Grand Golliaz anticima 3189 m da Impianti Crevacol

Grand Golliaz anticima 3189 m da Impianti Crevacol
La gita
mowgli
09/03/2012
Accesso stradale
Strada pulita fino a Crevacol
Osservazioni
Visto valanghe lastroni esistenti
Neve (parte superiore gita)
Polverosa
Neve (parte inferiore gita)
Crosta da rigelo portante
Quota neve m
1600

Partito prestissimo per sfruttare la finestra di bel tempo prevista in zona Gr.S.Bernardo,e così è stato con temperatura di -7C° alla partenza dall’auto alle 6 e +3C° al ritorno alle 13.
Sono passato per i ripidi pendii posti dopo l’alpe Setz,in quanto avevano già scaricato e permettevano quindi una rapida salita,attenzione ad un ripido ed esposto traverso in prossimità della gorgia del torrente.
Il vallone di Tula,pur non avendo un innevamento abbondante, era tutto con neve portante a parte qualche breve tratto dove c’era neve riportata dal vento,raggiunta la ripida dorsale posta tra i due colli che conduce al col Angrionette,
da qui forte vento freddo fino in punta (antecima,quotata 3190mt e non 3109mt,come già fatto notare nella sez.skialp),cima raggiunta racchette ai piedi su 20/25cm di neve fresca che poggia su fondo durissimo.
Discesa,per precauzione,fatta con i ramponi e picozza fino al colle e rientro per l’itinerario di salita su bella neve che non aveva mollato più di tanto,viste le basse temperature.
Gran bella gita e meteo che ha tenuto ottimamente fino alle 12,poi nuvoloni neri come da previsioni.
Incontrato in discesa un gruppo di 8 skialp svizzeri che hanno raggiunto il col Sauliè provenendo dal colle di Saint Rhemy.
E’ una gita da consigliare per le racchette,mentre per gli skialp è sicuramente più remunerativa la salita dal vallone Merdeux-Artereva passando per il col Sauliè.

Link copiato