Gran Paradiso dal Colle di Montandayne per il Piccolo Paradiso e la cresta Nord

Gran Paradiso dal Colle di Montandayne per il Piccolo Paradiso e la cresta Nord
La gita
dinoru
5 14.08.2014

Alle 4 parto dal parcheggio da solo e un po’ in dubbio per la neve del giorno prima, arrivato allo Chabod mi dicono di 5 cm., in realtà su tutta la cresta saranno da 10 a 30cm. che rendono la progressione decisamente impegnativa. Dal rifugio intravedo 3 sagome già sul ghiacciaio che non possono che dirigersi verso il colle. Fortuna perché non ho neanche una corda e con le condizioni attuali sarei stato nei casini. In cima al colle faccio conoscenza con il mito Enzo e due alpinisti toscani. Bene, proseguiamo insieme. Enzo potrei nominarlo il re delle creste che con tutta la sua esperienza su queste cime quasi ci passeggia. Procediamo senza grossi intoppi ma con tutto da ricercare, facendo parecchie doppie alcune esistenti altre improvvisate, qualche passo in scalata non banale ovviamente tutto senza mai togliere picche e ramponi. In quattro la cosa è diventata più lunga. Direi che se non la si conosce non è banale anzi tutt’altro soprattutto con neve e le doppie sono difficili da evitare. Sul ghiacciaio dello Chabod crepi aperti obbligo legarsi. Arrivo alla macchina alle 9,30….Dopo le belle foto di Enzo è inutile che ne aggiungo qualcuna.

Link copiato