Glacier Blanc (Pic du) Via Normale per la cresta Est

Glacier Blanc (Pic du) Via Normale per la cresta Est
La gita
sensacugnisiun
5 26/07/2015

Gita agevole, la valutazione è legata al percorrere cresta e speroni rocciosi, raccordando canalini e nevai rimanenti è ancora inferiore ma con qualche pericolo oggettivo, e sicuramente più monotona. La crestina sinuosa in uscita è spettacolare.
Non un’anima in giro oltre il bivio, una cordata sull’arsine, lunghe processioni al Dome. Ghiacciaio ormai molto rimaneggiato anche se da lontano sul pendio della Barre non sembra affiori ghiaccio. Il passaggio dei seracchi è tracciato molto diretto e la terminale deve esser molto aperta per esser così evidente a distanza.
Partenza con le prime luci e rapida salita al Glacier Blanc, la cengia è evidente ma porta ad un pendio ripido di detrito instabile. Seguendolo invece di attraversare subito a sin siam finiti contro una parete rocciosa, tentando poi di seguire a sinistra un sistema di cenge verso itinerario corretto.. Ridiscesi e regalato quasi 300m! Una volta ritrovati i bolli l’itinerario è evidente fino a sotto il colle, che non si raggiunge poggiando a sinistra per un camino ben percorribile poco prima dell’ultimo nevaio. Poi cresta divertente su cui i tratti delicati si aggirano lato sud.
La posizione regala un panorama magnifico, complice anche la stratificazione alta che si sposta proprio al nostro arrivo. Qualche nevaio che facilita la progressione ma per poco, situazione ai minimi termini anche sul lato nord con il glacier superieur d’arsine vestito di nero ed il piaget che appena si intuisce.. Bella sgambata, oltre 4h 30 a passo blando e ravanamenti compresi. Un grazie al socio per la compagnia e per avermi mancato di poco nelle sue opere di bonifica del terreno, meglio che stai davanti eh. Il mondo intero a Pre riporta alla realtà. Salut!

Link copiato