GIT – Grand Italian Trail da Aosta a Barge

GIT – Grand Italian Trail da Aosta a Barge
La gita
mike52
4 01/09/2019
Equipaggiamento
Front-suspended
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati

Come già scritto nella relazione, ho preso spunto dalla traccia GIT di Bikepacking, considerato che il percorso è di più giorni quindi con borse ho cercato di renderlo il più ciclabile possibile scegliendo delle varianti rispetto all’originale.
Descrivo a seguito le tappe e varianti da me percorse:

1) Aosta – Degioz 30 km. 1090 D+
Dalla stazione di Aosta su ciclabile poi quasi interamente per strade secondarie raggiunto Degioz

2) Degioz – Cuorgnè 85 km. 2150 D+
Pedalabile fino al Casotto Guardia parco poi tratti di poussage, impegnativo dopo il Lago Djouan per arrivare al colle Manteau richiede bici a spalla per 50/100 D+, discesa dal colle ciclabile con lungo e panoramico traverso per arrivare alla piana del Nivolet.
Seguito poi la strada asfaltata passando sulla dx idr. del lago, a Rosone breve deviazione sulla dx dell’ Orco.
Giunti a Locana la traccia GIT prevedeva la salita al colle di Perascritta con discesa a Chiaves, visto il portage previsto abbiamo preferito aggirare l’ostacolo passando da Cuorgnè dove arriviamo seguendo la statale evitando la salita ad Alpette.

3) Cuorgnè – Viù 71 km. 2100 D+
Prevalentemente strade asfaltate poco trafficate con due soli tratti sterrati, di rilievo la salita al colle della Dieta.

4) Viù – Susa 65 km. 1590 D+
La salita al Collombardo al momento presenta un fondo buono, tutta ciclabile.
Discesa interminabile fino a Condove quindi prima su sterrato fino a Borgone poi su ciclabile fino a Susa.

5) Susa – Rif. Assietta 38 km. 2310 D+
20 km. di salita fino al colle (curiosità; ci ha superati un francese con un recumbent elettrico con pannello solare). Dal colle la nostra intenzione era di proseguire per il Ciantiplagna, la nevicata dai 2600m in su della notte precedente però ci ha fatto desistere, scesi così a Pian dell’Alpe e saliti all’Assietta.

6) Rif. Assietta – Perosa Argentina 65 km. 810 D+
Dopo una breve puntatina al Gran Serin, ci siamo diretti verso Sestriere.
Anche qui per migliorare la ciclabilità ho deciso di evitare la traccia GIT che dalla valle Argentera passa per il colle di Rodoretto e arriva al Colle Lazzara passando per la valle del Faetto (Cialancia).
Da Sestriere siamo scesi a Pragelato quindi raggiunto Fraisse per il percorso”collaudato” del Tour dell’Assietta, dopodiché percorrendo la via dei Romani passati da Laux, Fenestrelle, Chambon Mentoulles, a Villaretto si può seguire la statale fino a Perosa per evitare i saliscendi della via dei Romani.

7) Perosa – Barge 70 km. 1900 D+
Saliti in Val Germanasca su statale per circa 6Km. dopodiché deviato verso il Colle Lazzarà, dal colle ripreso la traccia GIT, scesi a Pramollo e risaliti al colle Vaccera, interessante discesa poi fino a Bricherasio quindi arrivo a Barge.

Percorso questo tratto del GIT in più riprese sfruttando i week end, e recandoci alla partenza in treno o organizzandoci con due auto.
In compagnia di Luciano ed Ermes che si è unito a noi da Susa a Perosa.

Link copiato