Gastlosen, Poyet Toto le héros

Gastlosen, Poyet Toto le héros

Dettagli
Altitudine (m)
1930
Dislivello avvicinamento (m)
180
Sviluppo arrampicata (m)
250
Esposizione
Sud-Est
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Bella via varia, con placche a cannelures, muri verticali e strapiombini appigliati. Roccia super! Chiodatura ottima.
Discesa a piedi dal lato est per traccia.
Avvicinamento
Da Spiez lungo la "Simmental" fino al passo di "Jaun". Disceso il passo si raggiunge il piccolo borgo di Jaun. Svoltare a sinistra in direzione "Abländschen". Dopo 8 km al bivo tralasciare la strada che porta al paese e proseguire a sinistra lungo la "Grischbachstrasse" e poi ancora a destra seguendo la "Ruedersbergstrasse" fino all'alpe di "Oberi Bire" dove termina la strada.
Risalire i prati in direzione del pilastro del "Poyet", avancorpo del Wandflue. La via attacca poco sotto il colletto, ai piedi di un caminetto. Nome alla base.
Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Via dedicata al maestro XAVER BONGARD, assiduo frequentatore e apritore di vie estreme ai Gastlosen. Fu uno dei primi arrampicatori europei ad affrontare in solitaria le grandi vie di artificiale di El Cap.
Bibliografia:
Clément, Gobet, Philipona, Escalade GASTLOSEN.CH Edigast
cheko66
03/07/2016
4 anni fa
Link copiato