Garitta Nuova (Testa di), Piata (Bric la) da Pian Munè, traversata a Croesio

Garitta Nuova (Testa di), Piata (Bric la) da Pian Munè, traversata a Croesio
La gita
eugenio88
4 11/01/2021
Accesso stradale
Lasciata un'auto al Santuario della Madonna dell'Oriente, strada bianca ma percorribile con semplici pneumatici invernali. Altra auto a Pian Munè, accesso perfetto.
Neve (parte superiore gita)
Crosta da vento/sastrugi
Neve (parte inferiore gita)
Farinosa compatta
Quota neve m
500
Equipaggiamento
Scialpinistica

Saliti su traccia autostradale a Garitta Nuova (neve polverosa anche se tritata), primo tratto della dorsale Est già lavorato dal vento, ma cercando un po’ si riesce a sciare bene. Il pendio sopra il Colle di Gilba è abbondantemente tracciato ma si trova ancora molto spazio di neve intonsa e farinosa di prima qualità. Ripellata breve fino al Bric la Piata con la sua stupenda abetina ancora carica di neve.
Dal Bric poi ci siamo tenuti decisamente verso destra per cercare gli spazi liberi e abbiamo trovato neve con un leggero strato di brina di superficie veramente ottima da sciare (attenzione però se dovesse rinevicarci sopra, almeno nei tratti più ripidi). Boschina fitta ma con così tanta neve passa in fretta.

Ottima gita “alternativa” che permette di sciare tanto: 1900 metri di dislivello in discesa per uno sviluppo totale di circa 15km, a fronte di un dislivello modico: meno di 1200 metri d+.
Da cogliere al volo, visto l’eccezionalità delle nevicate fino a bassa quota di quest’anno. Ci sono già tanti segni di passaggio, ma c’è ancora spazio. Le temperature manterranno ancora la neve farinosa per un po’.

Un grazie ad Aline, Dario, Elisa e Steu per aver accettato di percorrere questo itinerario il giorno del mio compleanno, annaffiando il tutto con due bottiglie e corredando con ottima torta (grazie mamma!) e pizza gelate all’auto!

Link copiato