Gandscjien Sud Pfeiler (Bachli Horisberger)

Gandscjien Sud Pfeiler (Bachli Horisberger)

Dettagli
Altitudine (m)
2150
Dislivello avvicinamento (m)
600
Sviluppo arrampicata (m)
230
Esposizione
Sud
Grado massimo
6b+
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Grazie alla solerzia degli spaccamarroni contadinacci urani ora tocca partire dalla strada di fondovalle e persino prima del bivio della stradina sterrata che posta all'Alpe Gwuest. Dall'alpe Gwuest superiore all'attacco penosa arrancata su traccetta ripidissima in pessimo stato. 1h15'/1h30' in media di bestemmie.
Note
Non è niente male ma non banale.
Descrizione

Scrivo una mia relazione, col rischio di essere sbeffeggiato, visto che quelle che si trovano in giro sono più o meno deliranti. Non affidabilissima perchè la metà superiore è basata su ricordi antichi… comunque ho fatto la via 3 o 4 volte e quindi più o meno…
Friend medi e piccoli. Le soste sono su anelloni caratteristici.
1) Si attacca 15 metri a destra del pilastro in corrispondenza di una rientranza superficiale nera. Due spit vicini, di cui uno giurassico, dopo i primi risalti erbosi. Arrivati ad uno spit dopo una breve lama si scende un passo e si traversa a sinistra decisamente e poi si esce dritti con due spit vicini. 6a. Ora come ora nel 5 o 6 metri di traverso non c’è nulla. Direi da integrare.
2) Dalla sosta traversare a sinistra per 3 o 4 metri (tre spit) fino a prendere il sistema di fessure e più facilmente seguirlo. Alla fine uscire a destra (sosta ma meglio poco sopra) e rientrare a sinistra alla base di un camino poco a destra della fessura seguita sotto. Il passo del traverso è dato 5b che 3 spit in tre metri sono normali su quella difficoltà… 😉 Dai facciamo 5c e non parliamone più.
3) Salire il camino brevemente e volteggiare a sinistra su un appiglione per riprendere la fessura che si riprende e sis egue fino al termine su buon terrazzo. 5c è onesto. La via originale non percorreva la fessura ma ad un certo punto si spostava a sinistra e raggiungeva la sosta per un muretto attualmente chiodato con tre spit. Credo sovente incerato dai local. Bastonante. Direi 6c. Illogico per chi vuole scalare in libera.
4) Breve placca facile e bella fessura ripida ammanettata. Breve rampa erbosa e diedrillo verticale e ben strano fino alla sosta. Ufficialmente 5b. Per me sticazzi. facciamo 5c e chiudiamola lì.
5) Fessurilla obliqua a sinistra sopra la sosta che permette di afferrare uno spuntone a sinistra, traversare facilmente sulla cengia ed imboccare un diedrotto carognotto a sinistra del tetto. La fessurilla è azzerabile o salibile in libera arrampicando di precisione su crosticine a sinistra della stessa. per me 6b+ e pure non regalato. Il diedrotto carognotto diciamo 6a e non parliamone più. Non una passeggiata.
6) A destra per diedrino e poi a uno spit saltare sulla placca a destra. faticoso e un po’ sbilanciante. Facciamo 6a+. Poi bella placca fino alla sosta. Tiro corto che evita la fessura originale a sinistra di 7b+. La vidi fare da Jurg von Kanel e sembrano razzi.
7) Ricordi vaghi. Direi che molla. Un po’ obliquo a destra ma evidente. Realisticamente dai miei ricordi 5c.
8) Formalità di pochi metri per raggiungere l’altopiano di vetta. credo sul 5a.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
giudirel
28.08.2018
2 anni fa

Condizioni

Link copiato