Frema (Tète de la) da Chiappera per il Colle Infernetto

Frema (Tète de la) da Chiappera per il Colle Infernetto

Dettagli
Dislivello (m)
1380
Quota partenza (m)
1900
Quota vetta/quota (m)
3142
Esposizione
Varie
Grado
BRA
Difficoltà alpinistica (se pertinente)
F
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Barenghi 2815 m

Note
Percorso impegnativo che necessita di innevamento sicuro nel canale che porta al colle dell'Infernetto e nei successivi traversi,data la sua complessità e lunghezza richiede un ottimo allenamento.
Conviene fare questa salita quando la strada è transitabile fino al tornante quotato 1900mt in prossimità delle grange Ciarviera al fine di evitare il noioso trasferimento sulla strada che da Chiappera passa sotto la Rocca Provenzale oppure la pista di fondo che parte da Campo Base.
Il dislivello tiene conto delle perdite di dislivello dopo il colle dell'Infernetto.
Descrizione

Subito dopo il tornante nei pressi delle Grange Ciarviera innalzarsi sulla sinistra in direzione SE inoltrandosi nel vallone dell’Infernetto,superate un paio di rampe ripide si raggiunge un pianoro a quota 2391mt dove il vallone si divide.
Imboccare il ramo di sinistra e dopo aver superato un ripido pendio rivolto ad Est si raggiunge la conca dove si trovano i laghetti dell’Infernetto.
A sinistra si trova il ben evidente canale,max 35°, che conduce al Colle dell’Infernetto(2783mt),arrivati al colle si traversa in senso antiorario,traverso ripido che richiede neve sicura,puntando ad un colletto con evidente palina in legno da cui si raggiunge la seconda comba che porta al lago della Finestra(2818mt),qui si presentano due possibilità:
1) A monte del lago salire un ripido pendio,100mt,che porta ad uno stretto intaglio sulla cresta,tra una caratteristica finestra a sinistra e la Cima della Finestra di Stroppia a destra,per scendere sul versante opposto lungo un canale in direzione del Lago del Vallonasso di Stroppia.
2)Passare a valle del lago ed aggirare tutta la cresta rocciosa ed entrare nel vallone di Stroppia.

Si passa in prossimità del bivacco Barenghi e si contorna il lago di Vallonasso di Stroppia sulla sinistra puntando all’evidente colle de Gippiera.
Dal colle in direzione est si risale il lungo crinale puntando un evidente sperone roccioso che va aggirato sulla destra ed in breve si raggiunge la cima.
Discesa:per lo stesso percorso, con le varianti sopra descritte.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC N° 111 Valle Maira 1:25000
Bibliografia:
Charamaio itinerario 34
mowgli
11.06.2012
8 anni fa

Condizioni

Link copiato