Frasassi, grotta del fiume-fondo Mexico

Frasassi, grotta del fiume-fondo Mexico
Avvicinamento
L'ingresso della "grotta del fiume" è reperibile scendendo un sentiero all'altezza dell'indicazione "sorgenti sulfuree", poco prima dell'ingresso turistico di Frasassi.
Una breve corda fissa sospesa sopra il fiume Sentino conduce alla feritoia aperta.
Note
Si tratta di uno dei tanti rami complessi all'interno del sistema carsico "Vento-Fiume" delle grotte di Frasassi, che contano attualmente uno sviluppo planimetrico di 25 km.
È indispensabile effettuare una visita con chi già conosce questi ambienti, altrimenti si rischia di finire in zone assai remote precludendo qualsiasi possibilità di ritrovare la strada del ritorno!
Descrizione

Dall’ingresso a grandi linee si seguono le tracce sul fango fossile più numerose. Si attraversano parecchie diramazioni fino ad una risalita di 12 metri e un traverso con fissa. Oltrepassate le sale “Felicità, luna, Nera, Rinoceronte”, si raggiunge un camino di 20 m. da risalire sulla fissa.
Segue una lunga galleria, sempre fangosa come quasi tutti gli ambienti precedenti, fino alla “sala Sonora”, che va aggirata sui bordi onde evitare i depositi di fango fossile assai ingenti. Le traiettorie si fanno sempre più complesse.
Si prosegue lungo gallerie, due traversi T12 e T15, “sala Speedy gonzales” fino allo splendido “lago Lochness” e agli ambienti terminali.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
G. Antonini, LE PORTE DELLA MONTAGNA
cheko66
03.11.2013
7 anni fa
Link copiato