Fourclaz (Mont de la) o Sommet des Rousses da l’Hospice per il Passage des Trois Moines

Fourclaz (Mont de la) o Sommet des Rousses da l’Hospice per il Passage des Trois Moines
La gita
brunello-56
5 17/08/2015
Accesso stradale
Arrivare all'Hospice dove si parcheggia

Non pensavo sarei arrivato in vetta, per due motivi: primo perché la meta era il Passage des Trois Moines, sempre per la curiosità di guardare dall’altra parte, secondo perché il Mont de la Fourclaz, con la sua tozza mole rocciosa, mi aveva sempre dato l’idea di essere escursionisticamente inarrivabile. Invece è andata oltre le aspettative.
Salita come da itinerario, ma giornata da dimenticare per quanto riguarda il meteo in salita, con le nuvole scure e basse che hanno azzerato la visibilità. Arrivo in vetta nel grigiore totale, permanenza inferiore ai 30 secondi, poi larghe schiarite in discesa con al colle ampi panorami soleggiati: è la legge di Murphy.
Salita lineare dal lago al Passage, grazie anche ad alcuni ometti strategici che indirizzano al colle. Anche il percorso alla vetta è lineare, con tracce sul terreno (lasciate da umani o da animali, chissà ) che indicano bene la via. Nell’ultimo tratto proprio sotto la vetta, visto il tipo di terreno, ho lasciato Frank e zaino ad attendermi, con toccata-e-fuga in cima.
Gita di grande soddisfazione, anche il meteo negativo passa in secondo piano, le cinque stelle sono d’obbligo anche stavolta.

Grazie alla moglie per avere condiviso la giornata (meno male che c’è La Rosiere ….) e naturalmente a Frank per la compagnia, anche se oggi gli ultimi metri non facevano per lui..

Link copiato