Fiorio Cesare (Bivacco) da Arnouva

Fiorio Cesare (Bivacco) da Arnouva
La gita
lore84
5 06/09/2014

Ritorno al bivacco Fiorio dopo 16 anni, con grande piacere.

Il percorso di salita si svolge evidente, su sentiero ampio e comodo fino al Rifugio Elena, poi scende di pochi metri fino a prendere la deviazione per il bivacco.
Da qui comincia un’altra storia, il sentiero si fa un poco incerto e si inerpica su un costolone erboso veramente ripido e scivoloso che fa guadagnare quota rapidamente. Quando la pendenza diminuisce si è al colle di Petit Ferret. Da qui, con un traversone e qualche svolta con vista magnifica sul Triolet e la seraccata del ghiacciaio del Pre de Bar, si giunge in breve ai bivacchi.

Il bivacco grande 16 anni fa era piuttosto malmesso, mentre ora è pulito e ordinato. Acqua che sgorga dalle rocce nelle vicinanze del bivacco. Davanti al bivacco una comoda panca in legno per ammirare il superbo panorama.

Proseguiamo ancora un pò fino all’attacco del ghiacciao per il Dolent, dove raggiungiamo una stazione metereologica a circa 3100m al margine del ghiacciaio dell’Allobrogia.
Ambiente severo e affascinante.

Ridiscesi al bivacco avvistando una simpatica pernice e, dopo un veloce pranzo osservati dall’alto da un gruppo di pigri stambecchi, siamo tornati al colle di Petit Ferret e da qui abbiamo tagliato fino al Colle di Gran Ferret su un bel sentiero erboso con qualche passaggino esposto. Approciando il colle di Gran Ferret, il panorama si apre sui bacini del Dolent e del Triolet: spettacolare.
Rapida discesa, sempre con ampi panorami e accompagnati da marmotte fischiettanti, fino al rifugio Elena e da qui ad Arnouvaz.

Gita molto piacevole,
con panorami di prim’ordine, che ispira a tornare..
La parte ripida finisce in fretta e permette di guadagnare quota rapidamente. Il resto è con pendenze dolci.

In compagnia di mamma e papà, che non mollano mai.

Alla prossima,
Lore

Link copiato