Finsteraarhorn Cresta NO

Finsteraarhorn Cresta NO
La gita
billcros
5 24/04/2018
Equipaggiamento
Scialpinistica

Sabato 21 partiti nel pomeriggio x arrivare a blatten dove abbiam cercato un albergo x passare la notte (4 h di viaggio e 340km),domenica 22 saliamo la lotschental partendo direttamente da blatten utilizzando la pista di fondo che porta all’ultimo paese (super innevamento)in 6h e zaino pesante x leggero che fosse siamo al colle da dove si apre (l’eldorado),abbiam incontrato molta gente che scendeva un po a tutte le ore, ci rifocilliamo e poi con calma saliamo al vicino rifugio hollandiahutte., ottima accoglienza gestrice ginnica (alla sera ci ha trovato 2 posti x l’indomani alla finstreraarhornhutte e mi a disdetto alla concordia x il 23(tombola) alla finster avevo la prenotazione x il 24.
il 23 dopo la colazione con calma non ci siam lasciati tirare x un abeniflue – ma ci siam detti puntiamo ad una cosa sola (qui le distanze ti mettono alla prova)e quindi con sci scendiamo su una neve perfetta fino alla base del rif concordia in 45′ con foto,pausa meteo a balla e ripelliamo x 2h di salita nello splendido vallone che conduce al grunornluke dove si apre un altro mondo , pausa e poi scendiamo 45′ alla finsteraarhornhutte, dove ci passiamo un pomeriggio di relax , mentre apprendiamo notizie sulla salita alla montagna degli altri alpinisti che quasi tutti ripernottano x spostarsi l’indomani , al max vanno alla concordia.il 24 gran giorno partiamo alle 6 ed alle 10 siamo alla spalla dove si lasciano gli sci , gente che va e viene ma nessun assembramento , alle 11,30′ siamo sulla cima (corda e ramponi indispensabili)crestina non banale ma in ottime condizioni . nel momento della cima e tutta x noi stiamo li x più di 30′,il panorama e indescrivibile !!!!,mi vedo attorno molte cime che sono stato in punta con i miei compagni d’avventura,i in 45′ scendiamo in conserva protetta, mettiamo gli sci e nell’ora migliore 13-14 scendiamo su pappetta rammollita il giusto x belle curve fin al rif.– e poi solo (svacco)(((nota tecnica cè solo un seracchino da attraversare veloce prima di valicare la costola rocciosa ma gnente di terribile))il rifugio e strapieno ma molto ben gestito e poi stai tranquillo che di liquidi ne prendi e qualcosa galleggia anche !!! la sera del 24 a tavola eravamo 120!!, al tavolo eravamo in compagnia di 7 umbro marchigiani(((SALUTI))), 3 colleghi di lavoro milanesi, e 4 piemontesi con guida..il 25 con calma riprendiamo gli sci scendiamo i pochi metri dal rif , e ripelliamo in direzione del colle che riporta sul concordia , (1h) facciamo una discesa fin sotto la capanna koncordia un pò duretta ma ben liscia , pausa ed in 40′ senza spingere siamo al laghetto marialsea, ripelliamo , ignoriamo il (tunnel )300m in salita ci portano a svalicare sotto l’egghihorn, breve traverso e siam sotto la pista n83 che scendiamo su ottima pappetta ben sciabile (piste chiuse), poi salutiamo i nosti compagni umbro marchigiani che vanno a prendere la funivia , noi proseguima fin che cè neve cè speranza!, pista 82 e poi sentiero 307 che porta dritto alla stazione e di qui treno con cambio a brig fino a goppestein poi bus postale che ci riporta alle 15.15′ all’auto a blatten ((chiuso l’anello) GRAZIE AD EMIDIO ottimo socio , bel giro nel cassetto.

Link copiato