Federici Marchesini al Pagarì (Rifugio) da San Giacomo, anello per il Lago Bianco del Gelas

Federici Marchesini al Pagarì (Rifugio) da San Giacomo, anello per il Lago Bianco del Gelas

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1213
Quota vetta/quota (m)
2650
Esposizione
Sud-Ovest
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
13 sino al rifugio 20 per la discesa al lago bianco del gelas

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio federici marchesini m.2650

Note
accesso dapprima su facile stradina poi su sentiero sempre ben evidente
Descrizione

Da San giacomo di Entracque oltrepassato il ponte sul torrente Gesso ci avviciniamo al luogo di partenza che avviene su una bella stradina in un bel bosco di faggi.Ha moderata pendenza raggiungiamo dapprima la località Pra del Rasur e succeccivamente il Gias del vei del bouc m.1430 in circa 1 h di facile camminata.
Da questa localià oltrepassiamo il torrente Gesso e saliamo alla sx orografica dove inizia il sentiero che con un lungo trasverso raggiungiamo il bivio per il bivacco Moncalieri (da dove scenderemo domani).
Da questo punto il sentiero si addentra nel vallone del Colomb con salita sostenuta arriviamo al Passo Sottano del Muraion m.2050 in altre 1,30 h di camminata. Piccola sosta e quindi ripartiamo su sentiero che si fa sempre più ripido con parecchi tornanti a volte abbastanza stretti sino al bivio dove il sentiero a dx sale al lago dell’Agnel, quindi noi prendiamo quello che sale a sx ed effettuando parecchi tornanti arriviamo finalmente al rifugio Federici Marchesini m.2650 in altre 3 h di cammino.
Si scende di circa 20 m e prendendo il sentiero n. 20 che va alla sx del rifugio oltrepassiamo un primo nevaio per raggiungere l’evidente sentiero che inizia a scendere per circa 150 m per raggiungere il Passo soprano del Muraion m.2430 oltrepassando parecchi nevai ancora presenti. Dopo circa 10 m di sosta riprendiamo a salire per raggiungere il Lago Bianco del Gelas m.2540 nelle vicinanze del bivacco Moncalieri.in ore 2.
Da qui riprendiamo la discesa su un sentiero abbastanza ripido e tortuoso che si abbassa nel vallone del Pantacreus sino a raggiungere il bivio che abbiamo passato in precedenza.a.Da qui riprendiamo la stradina che in 3 h dal lago raggiungiamo San Giacomo di Entracque.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
parco naturale alpi marittime 1:25.000
pietro-luigi
05/09/2018
2 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2020m 6.1Km

Diga del Chiotas

Stazione Meteo
Link copiato