Fallère (Mont) per Colle d’Ars

Fallère (Mont) per Colle d’Ars
La gita
mangia
4 08/01/2020
Accesso stradale
strada pulita

Il mio giro: Flassin>canale nord Labiez>Tsa d’Ars>Mont Fallère>Col d’Ars>Flassin
Il canale è ancora in ottime condizioni (per la salita) malgrado il vento che ha fatto ieri. Le tracce non c’erano più, affondavo più o meno alla caviglia in crosta da vento. Si sale bene anche con una picca ma io ne ho portata una e mezza (picca e piccozzino-martello) per il confort. Dalla cima del Labiez sono sceso fino a circa 2300 m verso i baitelli dello Tsa d’Ars, ho ripellato e sono salito al Fallère. Questo è stato distrutto dal vento: non c’è più la bella neve dei report precedenti! Traccia vecchia in rilievo, cartoni e cartongessi a malapena sciabili! In salita ho fatto un bel tratto con i ramponi perché con gli sci non riuscivo a stare in piedi. La cresta sommitale è ancora ben tracciata, si sale e scende bene con picca e ramponi. Dopo sono tornato fino al di sotto del Col d’Ars e ho ripellato per un centinaio di metri, salito al colle e sceso nel canalone classico. Finalmente qui bella neve, un fondo duro ricoperto da una specie di polistirolo compatto dove le lamine mordono bene. Attenzione perché questa discesa è minacciata da una di quelle famigerate “bocche di balena” di cui parlano i bollettini valanghe in questi giorni. Si trova su una contropendenza a ovest all’altezza del colle. In discesa si è esposti al rischio per circa 10 minuti, in salita… almeno un’ora andando veloci.

Link copiato