Faggio (Torre del) via dell’Uluk

Faggio (Torre del) via dell’Uluk
La gita
marcoclimb
3 05/10/2019
Accesso stradale
Dal Santuario di Oropa la strada

la Via è divertente e ben chiodata,anche se alcune placchette sono da stringere. tranne il tiro di trasferimento tutti gli altri sono belli. la roccia è decisamente ottima ed offre passaggi divertenti. I gradi sono coerenti ad altre vie di G.Lanza….quindi 2 su 3 dei 5c li ho patiti assai! la parte “avventurosa” del gioco risiede nell’accesso e nella discesa. i Bolli Gialli scoloriti menzionati nella relazione sono spariti (o non li abbiamo visti) ma si intuisce bene dove salire. una volta sulla pietraia ometti e rari bolli blu indicano la direzione da seguire.

Prima volta su una via lunga nelle valli Biellesi. la scelta di questa via è stata dettata dalla curiosità,essendo il gruppo formato da esseri piuttosto selvatici ( io Carletto ,Pier e “MacheteGirl” Cristina) . Giornata di sole caldo e lieve brezza.
PER I NON BIELLESI:
La difficoltà maggiore è stata trovare l’inizio del sentiero per i rif. Coda! Fidandoci delle Relazioni , ( sia del sito “montagnebiellesi” sia, di un libro-guida sulle falesie vie ferrate e passeggiate della zona) , probabilmente rivolte a chi già sa dove si trovi il vallone dell’elvo, abbiamo perso un bel pò di tempo cercando “a 3 KM. da Oropa” il suddetto sentiero…
chiedendo conforto ad alcuni viandanti abbiamo scoperto che la strada del tracciolino la si deve percorrere per ben piu’ di 10 km.!

Link copiato