Etiache (Col d’) giro Oulx – Col d’Etiache, ritorno da Pramand per il Forte Foens

Etiache (Col d’) giro Oulx – Col d’Etiache, ritorno da Pramand per il Forte Foens

Dettagli
Dislivello (m)
2100
Quota partenza (m)
1100
Quota vetta/quota (m)
2806
Esposizione
Tutte
Difficoltà salita
OC
Difficoltà discesa
OC+
Difficoltà single trail
S3

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Scarfiotti 2165 m

Note
Salita al colle etiache dal rif. scarfiotti completamente con la bici a spalla, ma discesa stratosferica. Si risale per circa 300 m. di dislivello verso il Foens, poi galleria saraceni (ricordarsi di portarsi una torcia) e poi discesa da Pramand verso Oulx tramite il sentiero.
Descrizione

Da Oulx, al bivio del Cotolivier, prendere la strada di ‘Via dei laghi’ (in piano). Giunti alla fine della strada, prendere sulla sinistra un sentiero. Questo single track arriva sotto i piloni della tangenziale, e da qui svoltando a destra sotto i piloni, si ricollega alla pista di fondo che conduce fino a Beaulard. Da Beaulard sempre per pista di fondo, si prosegue fino a Royeres. Da qui si segue la statale per Bardonecchia per breve tratto,e subito dopo attraversato il ponte, si prende una strada sulla destra. Questa passa nuovamente sotto i viadotti della a32, e ci si collega alla strada che sale alle Gleise da Bardonecchia. Dalle Gleise seguire la strada asfaltata (una volta era sterrata) che sale fino ai Bacini q. 1920 m.(da dove partono gli impianti dello Jafferau, ovovia aperta anche d’estate anche per mtb). Da qui si prende la bellissima decauville che con un percorso ombroso e pianeggiante permette di arrivare alla diga di rochemolles. Da qui si segue la sterrata fino al rif. scarfiotti (o poco prima al bivio colle etiache). Da qui breve sosta, per poi portarsi la bike fino al colle( circa 1h 40′ ,pochi tratti ciclabili). La discesa si effettua dal colle lungo lo stesso itinerario (prossimamente lo provero’ anche dal lato francese con ritorno dal clapier, ma con temperature piu’ fresche). In discesa, anziche scendere al rifugio, dopo circa 100 m di dislivello dal pannello che indica il “sentiero glaciale”, si svolta a destra su una traccia che poi si perde, ma che con percorso ‘free ride’ con alcune roccette tra i prati, riporta sulla strada tra il lago e il rifugio, interamente ciclabile. Da qui segue a ritroso il percorso dell’andata, fino ai Bacini. Da qui si scende e al primo tornante prendere in salita lo sterrato che conduce al Forte del Foens 2200 m. (attenzione: lavori in corso poco prima del forte per bonificare la frana del perillier). Dal forte lungo la magnifica e panoramica strada militare proseguire fino al fontanone e alla Galleria dei Saraceni. Attraversare la galleria e non prendere il sentiero che passa fuori, poichè c’è un tratto franato, percorribile con attenzione a piedi ma che puo’ diventare pericoloso con la mtb al fianco. Arrivati al colletto Pramand buttarsi lungo lo splendido single track che conduce a Oulx (fraz. Beaume) attravero le borgate di Auberge (1492 e 1393).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50000 Val susa chisone germanasca
albytala
17.08.2011
9 anni fa

Condizioni

Link copiato