Crosa (Cima di) da Ruà per il Colle Cervetto e i Fortini di Crosa

Crosa (Cima di) da Ruà per il Colle Cervetto e i Fortini di Crosa
La gita
viper
4 08/12/2016
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Farinosa ventata
Quota neve m
1900

Partenza da quota 1450, da un piazzale poco sotto la frazione Ruà, e salita fuori sentiero fino a trovare la neve. In questa fase abbiamo sbagliato la direzione tenendoci troppo a sinistra (direzione di salita), e ci siamo ricondotti sulla via corretta tramite un bel “ravanage” nel bosco. Poco male comunque, a 1900 metri abbiamo trovato la neve e agganciato la pista già battuta che porta verso il Colle di Cervetto; a 2050 metri abbiamo calzato le racchette, per agevolare la progressione sui pendii un po’ più ripidi sotto al colle.
Dal colle abbiamo percorso la dorsale fino ai fortini di Crosa, e siamo scesi al successivo avvallamento (si perdono circa 30 m disl.). Da lì abbiamo attaccato l’ultima risalita: giunti alla fascia rocciosa abbiamo cambiato assetto, passando dalle racchette ai ramponi, e aggirato le rocce stando leggermente sulla destra. Ci siamo rapidamente riportati sulla dorsale, che in circa 90 metri di salita condice alla vetta: ho stimato la pendenza sui 35°, e credo che i ramponi siano più o meno sempre indispensabili.
Su questo tratto la neve era scarsamente portante, anzi piuttosto cedevole, ma questo ha aiutato la progressione.
In vetta panorama smisurato e temperatura più che accettabile per inizio dicembre.
Discesa sulla medesima via, con un po’ di attenzione sul primo tratto, e poi giù veloci fino a Ruà.
Visti alcuni escursionisti diretti verso Garitta Nuova / Testa di Cervetto, tutte già tracciate.

Bella gita, con finale dal sapore alpinistico, e meta molto soddisfacente per l’ottimo panorama.
Per chi non volesse portare i ramponi, ci si può fermare ai Fortini di Crosa dai quali la vista è già appagante.
Sviluppo contenuto (circa 10.5 km) e 1100 m D+.
Con Dario.

Link copiato