Cressa (Punta) da Santa Margherita, anello valloni Giassit e Stouba

Cressa (Punta) da Santa Margherita, anello valloni Giassit e Stouba
La gita
windeugenio
3 17/02/2013
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo portante
Neve (parte inferiore gita)
Crosta da rigelo portante
Quota neve m
1500

Con le condizioni attuali sconsiglio vivamente di partire dalla cappella di S.Margherita.Non c’è neve e quindi si percorre il sentiero pieno di rovi e di foglie,a tratti ricoperto di ghiaccio o neve ghiacciata, proseguendo poi per un lunghissimo tratto su strada asfaltata (dove si potrebbe arrivare in auto!).Si arriva finalmente al ponte sul torrente Giassit e si calzano le ciaspole inoltrandosi sul bel sentiero che entra nel fitto bosco.Il posto è bellissimo e lascia spazio alla fantasia di pensare a come apparirà con i colori autunnali.Ci torneremo sicuramente.Da circa metà percorso ha iniziato a nevicare in misura tale da farci quasi tornare indietro.Abbiamo atteso una schiarita che non è venuta ma la nevicata si è attenuata.Abbiamo quindi proseguito su vecchie tracce che comunque erano difficili da distinguere causa la neve caduta.Non abbiamo proseguito per il colle Giassit ma piegato a destra per raggiungere la punta Cressa.A questo punto ci si è messa di mezzo la nebbia ed ha cominciato nuovamente a nevicare.Raggiunta la dorsale, vedendo poco o nulla,forse abbiamo raggiunto la meta.Sulla via del ritorno abbiamo visto due scialpinisti che andavano in direzione del colle di Giassit e arrivati più in basso abbiamo incontrato altri quattro ciaspolatori che non so se abbiano o meno raggiunto la meta.Nell’ultimo tratto poco prima di arrivare al ponte abbiamo messo i ramponi perchè i denti delle ciaspole non davano garanzia di tenuta sugli scalini di ghiaccio vivo.

Gita condivisa con Franca in una giornata dove il brutto tempo ha detto la sua,ma non importa!

Link copiato