Cressa (Punta) da Santa Margherita, anello valloni Giassit e Stouba

Cressa (Punta) da Santa Margherita, anello valloni Giassit e Stouba
La gita
andrea81
3 06/03/2010
Accesso stradale
con termiche si arriva al ponte sul Giassit
Osservazioni
Sentito assestamenti
Quota neve m
1200

Premetto di non aver raggiunto la cima, quindi la descrizione nella parte alta potrebbe non essere così precisa.
Partito da Santa Margherita, mi sono chiesto la neve dove fosse, dato che i prati attorno erano completamente spogli. Poi man mano salendo la neve aumentava fino a diventare molto abbondante, anche se la strada è sgombra o quasi fino al ponte sul Giassit.
Anche se c’era una traccia che saliva accanto al torrente, la mia idea era di salire da Stuba, così ho proseguito sulla strada poderale, seguendo una traccia di sci che è terminata nel nulla. Quindi ho iniziato a battere traccia da Stuba in poi, con neve fresca ma leggera e farinosa. A quota 1750 circa però mi sono fermato, i pendii da risalire non mi sono parsi stabili, il vento su questo versante ha lavorato molto creando accumuli, da solo non me la sono sentita (forse eccesso di cautela). Oltretutto il vento ha iniziato a soffiare anche oggi, e in poco tempo aveva già ricoperto le mie orme, oltre che ad aumentare i potenziali rischi.
Ritornato al ponte, per curiosità ho seguito la traccia accanto al torrente Giassit, che dopo un primo tratto boscoso molto bello, tocca varie baite e si addentra nel bellissimo vallone che si allarga. Qui il vento si è fatto sentire meno e le condizioni sono migliori, oltretutto c’era traccia fino in cima alla Cressa. Vista la tarda ora e il vento forte in cresta, ho abbandonato l’idea di raggiungere la cima, accontentandomi di pranzare nei pressi di alcune baite a godermi il sole, in compagnia di due simpatici escursionisti milanesi.
Sicuramente è un bell’itinerario, da fare in condizioni migliori e senza vento.

foto su www.lafiocavenmola.it

Link copiato