Cornus (Rocher) Traversata NO – SE dal Rifugio Scarfiotti

Cornus (Rocher) Traversata NO – SE dal Rifugio Scarfiotti
La gita
alberto69
5 25/08/2019
Accesso stradale
8 lunghi Km di sterrata in discrete condizioni, da percorrere preferibilmente con Suv o fuoristrada.

Grandiosa traversata, a tratti molto aerea ma senza grandi difficoltà, su roccia abbastanza buona ma da verificare comunque sempre con attenzione.
Saliti su buon sentiero al Colle d’Etiache, l’abbiamo percorsa tutta in conserva, in alcuni punti protetta (portare cordini + friends e nuts medio-piccoli) con mezza corda da 60 metri (ne bastano 50, ma non di meno!). Arrivati alla Punta Levi, invece di scendere al Passo della Rognosa abbiamo deciso di ritornare brevemente sui nostri passi, per scendere facilmente al Colletto Levi e percorrere tutta la cresta fino al Colletto di Mezzodì (la qualità della roccia peggiora decisamente, ma le maggiori difficoltà sono eventualmente aggirabili ora su un lato ora sull’altro della cresta). Dal colletto, siamo scesi facilmente al fondo del vallone della Rognosa e di lì in circa un’ora lungo tracce di sentiero con numerosi ometti fino al rifugio Scarfiotti.
I numerosi tratti da disarrampicare con attenzione portano via parecchio tempo: con l’aggiunta della cresta Levi – Mezzodì (decisamente sottostimati i 45′ di percorrenza riportati dalla GMI Alpi Cozie Settentrionali) e cercando di restare il più possibile sulla linea di cresta, abbiamo impiegato complessivamente 12 ore da auto ad auto (soste comprese).

Nessuno lungo tutto il percorso (ma il piazzale del rifugio da lassù in giornata appariva pressochè al completo..!): unica compagnia i sibili aerodinamici di tre alianti che hanno volteggiato sopra di noi per tutto il giorno…
Con Chiara, sempre all’altezza della situazione nonostante non fosse al 100%, ma ancora un po’ timorosa nelle calate a corda doppia.

Link copiato