Cormet (Mont) da Courmayeur, traversata a Morgex

Cormet (Mont) da Courmayeur, traversata a Morgex
La gita
brunello-56
5 19/09/2022
Accesso stradale
In autobus a Courmayeur

Tutto come da descrizione anche se non mi aspettavo un percorso tanto avventuroso.
Lasciata una Courmayeur deserta dopo l’invasione di folla del Tor, primi dubbi già al Pussey dove vi sono lavori in corso e niente indicazioni ma poi si ritrovano le vecchie targhe in legno per La Suche e senza difficoltà si arriva a Tirecorne. Agli alpeggi difficoltà ad imboccare il sentiero giusto viste le tante tracce ma poi lo si trova; non mi aspettavo invece i tratti attrezzati e i passaggi un po’ arditi, l’ultima volta (ma era il 2010) ero arrivato senza difficoltà. Ai tratti attrezzati un po’ di sorpresa quando il cavo d’acciaio mi è rimasto in mano perché non ancorato. L’attenzione è quindi sempre d’obbligo.
Sulla vetta del Cormet ho voluto risalire la cresta verso la Tete più per motivi panoramici che altro ricordando che il canalone sotto la vetta non risulta attraversabile; poi però ho visto la targa del “Vertical” e allora ci ho riprovato. Però nessun percorso segnato, sono arrivato prima alla pietraia ma l’attraversamento è fallito: il primo sbarco non era ancora sull’altro lato, poi ho desistito per la via lungo il canale.
Scendendo ho costeggiato il canalone notando la targa che indirizza al traverso: passato questo, che non è così brutto come sembra, tutto facile con discesa su ripidi pascoli a riprendere il sentiero per il Bivacco Pascal lungo il quale si scende a Dailley (eterno il tratto in pineta tra i pascoli aperti e l’alpeggio).
Oggi giornata da cartolina, con vento stavolta moderato che non ha dato fastidio e adrenalina a mille sui vari passaggi un po’ inattesi: per questa gita serve davvero un multiplo delle 5*.

Un mega-grazie alla moglie per il recupero a Dailley.

Link copiato