Ciarma (la) da Moies, anello

Ciarma (la) da Moies, anello
La gita
fervado
4 19/10/2014

Qualche velatura al mattino,veloce miglioramento del tempo hanno trasformato una giornata di fine ottobre in una giornata quasi estiva.A circa metà percorso tra la Ca’ Bianca e il colle Sià,nell’anno in corso è stata costruita una magnifica fontana ad opera delle squadre forestali,che oltre essere bella sarà soprattutto utile ai tanti escursionisti che transitano su questo sentiero.Con buona visibilità si può evitare di passare dal colle Sià,poco prima del colle dirigersi a sinistra verso un grosso ometto visibile dal sentiero,quindi innalzarsi verso destra fino ad uscire sulla dorsale e ricongiungersi al sentiero proveniente dal col Sià.Questo tratto è senza sentiero,solo qualche traccia.Prima del colletto dove si segue la cresta per la Ciarma ho incontrato due simpatici escursionisti di Caselle con i quali ho condiviso sia la salita che la discesa.La zona dei paravalanghe è stata notevolmente rinforzata,chi scende o sale dal vecchio sentiero deve scavalcare diverse volte i nuovi paravalanghe,peraltro senza nessun problema,però è stato costruito un nuovo sentiero che dovrebbe evitare i paravalanghe.Dal casotto del Guardaparco non sono sceso a Ceresole,ma dopo qualche tornante ho imboccato un sentiero che in leggera discesa tagliando il fianco della montagna mi ha riportato alla Cà Bianca.Sentiero molto lungo,oltre un’ora dal casotto alla Cà Bianca.Nessun animale avvistato in tutta la giornata,uno solo che mi ha guastato un pò la giornata,una vipera che mi ha colpito per le dimensioni e la velocità di corsa,che mi ha attraversato il sentiero a un metro di distanza durante la discesa verso la Cà Bianca.Ottimo momento per questa bella e panoramica escursione,ora anche allietata dai colori autunnali.Buone gite a tutti.

Link copiato