Ciargiur (Borgata) da Coazze, giro con discesa dal sentiero 417/418

Ciargiur (Borgata) da Coazze, giro con discesa dal sentiero 417/418
La gita
lucabelloni
4 13/11/2016
Equipaggiamento
Full-suspended
Traccia GPX
anello da Sangonetto

Breve gitarella fatta in mattinata in attesa del pranzo sociale del CAI Pianezza, fatto alla Trattoria degli Alpini di Cervelli. Per comodità siamo partiti da Cervelli, scendendo su asfalto fino a Sangonetto (forse c’è una brevissima variante su sentiero nei pressi della frazione Ridotto che permette di tagliare un tornante), e quindi risalita sempre su strada fino a Forno. La salita per il Ciargiur è corta ma veramente dura, con delle rampe molto ripide e faticose, intervallate da brevi tratti pianeggianti che consentono di riprendere fiato. L’ultima rampa è, a mio avviso, quasi impossibile da fare tutta in sella vista la pendenza disumana, però sono 200 metri.
Molto bello il rifugio del CAI Coazze, appena ristrutturato e in ottima posizione. La discesa è molto bella e fattibile praticamente tutta in sella…il sentiero è asciutto ma in questo periodo e specie nella parte bassa ci sono moltissime foglie che lo rendono abbastanza insidioso perché non si vede cosa c’è sotto. Probabilmente in estate o all’inizio dell’autunno è molto più facile.
Giretto breve ma molto vario ed interessante; noi avevamo poco tempo e non abbiamo proseguito, però volendo lo si potrebbe abbinare ad altri giri in zona, come ad es. il Colletto del Forno o il Sellery, così da ottenere un giro più ampio.
Gruppetto di 6 persone del CAI Pianezza a cui si sono aggiunti alcuni amici del CAI Giaveno. Prendendocela comoda abbiamo impiegato circa 3 ore. Giornata bella e non troppo fredda, anche perché buona parte del giro è esposta a Sud, e quindi anche il sole autunnale riesce a scaldare le ossa…

Link copiato