Ciarforon Parete Nord

Ciarforon Parete Nord
La gita
lucazuma
5 22/06/2020

La salita è buona praticamente su ogni linea (sia tutto a dx, che nel canalino di dx, che facendo lo slalom tra le rocce, sia tutto a sx). Neve dura fino alla strettoia che permette di andare su veloci. Noi abbiamo fatto lo slalom tra le rocce dove abbiamo messo un paio di friends in uscita (viti da ghiaccio inutili). Dalla strettoia il tiro su roccia è apposto, con un paio di friends (0.75 e 1 BD) si esce comodi, sulla sx e qualche metro (a sx) e si vede in alto la sosta a chiodi.
La discesa è un po’ incasinata, ad ora con la neve abbondante siamo scesi su pendio innevato fino al colletto (procedendo in direzione colle della Tresenda). Arrivati al colletto si risale e sullo sperone abbiamo trovato la prima calata (cordone rosso con maillon). Da li se avete una sola mezza da 60mt (come noi) calata dritta (verso colle tresenda) e trovate uno sperone su cui abbiamo fatto una sosta, da li per altri 30mt (dx faccia a monte) si arriva ad una sosta con un cordone giallo e nero, da li per 30mt (dritti) si arriva su un pendio di neve e disarrampicando per raggiungere il primo grosso masso (leggermente a sx faccia a monte, un po’ delicato, specialmente se la neve molla) dove c’è una sosta (cordino nero e uno giallo). Da li servirebbe fare una calata da 60mt per raggiungere l’ultimo scivolone. Se vi calate di 30 mt è necessario disarrampicare su neve facendo slalom tra le rocce.. oppure allestire un’ultima calata (noi abbiamo unito le corde con una cordata incontrata in salita)

Nel caso chiedete al rifugista che conosce una via molto più semplice per il rientro (lo abbiamo scoperto al ritorno eheh)

Link copiato