Ciantiplagna (Cima) versante SE – via della fucilata

Ciantiplagna (Cima) versante SE – via della fucilata
La gita
popino
3 05/12/2018
Accesso stradale
Fino a pian Alpe con termiche. Quasi pulita.
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo portante
Neve (parte inferiore gita)
Farinosa compatta
Quota neve m
2000

Una gita in condizioni tardo primaverili in pieno autunno! Chissà se faremo gite estive in pieno inverno ? O viceversa ? Questo autunno è veramente interessante. Bisogna adeguarsi alle condizioni stravaganti della montagna. Fatto sta che ci abbiamo creduto e non è andata male. C’era molta meno neve di quanta ci aspettassimo. E anzichè una dura crosta portante, c’era neve morbida. A seconda delle contropendenze farina compressa recente o primaverile umida. Ma alla fine abbiamo sceso tutta la parete (facendo fuori e dentro dal canale) senza mai togliere gli attrezzi e ci siamo divertiti. Vento zero. Certo sono condizioni da amatori e con questo caldo certamente effimere. Ma tre stelle se le è meritate.
Partiti dall’auto alle 8.30. Ramponi alla base alle 9. Cima alle 11. Di nuovo all’auto alle 13 ca. Le pelli non le abbiamo usate.
La strada è quasi pulita fino all’attacco del canale. Di lì ramponi. Dislivello effettivo ca 1000 mt
Alcune strettoie del canale al pelo. Altre secche da evitare uscendo sulla sinistra, senso di salita. Necessario saper sciare anche sull’erba…

Una gita che ci mancava e a cui pensavamo da tempo. L’esposizione sud la rende difficile da cogliere. Non era al top, ma per noi andava benissimo (gente di bocca buona).
Bellissima intuizione di quei gauchos del ripido che sono stati Enzo e il grande Federico ed il loro gruppo di esploratori.
Con il fratello e figlio Fabri, sempre saggio e così forte da tracciare tutto il canale (ca 850 mt fino in punta). Gli avrei dato il cambio ma non riuscivo a prenderlo! E mi ha pure offerto un pranzetto cucinato da lui. Che compagno.

Link copiato