Chiose (Cime delle) da Pianetto a Piamprato per il Colle della Buffa

Chiose (Cime delle) da Pianetto a Piamprato per il Colle della Buffa
La gita
gianni-savoia
5 24/06/2020
Accesso stradale
Parcheggio in piazzale chiesa a Pianetto
Traccia GPX
TODO: accedi o registrati

Partito per il Monfandì ho cambiato percorso quando ho visto la gran quantità di neve che ancora ricopre il versante nord dai 2500 metri in su. Ho quindi deviato per il colle Buffa e ho percorso la successiva cresta passando prima da Cima delle Candelle per poi arrivare sino alla Cima Orientale e Centrale delle Chiose. Ho rinunciato all’occidentale, di poco più bassa, per via del nebbione che intanto aveva inglobato le creste.
Gita piacevole in vallone solitario ma pittoresco. Bellissimi i pascoli della parte bassa e mediana, abbondantemente fioriti. Panoramica, fin che si è visto qualcosa, la parte alta.
Il sentiero si perde un po’ dopo la Grangia d’Arlens superiore. Passa in alto a sinistra in mezzo alla pietraia, ma conviene scendere sul piano e salire a metà di esso verso il vallone a sinistra dove si ritrova una buona segnatura.
Su tutto il percorso occorre fare un po’ di attenzione a non perdere la traccia, peraltro abbastanza segnata, soprattutto nei pascoli.
Neve dura da fondo di valanga nell’attraversamento del torrente sopra il piano d’Arlens. Avevo i ramponcini ma non li ho usati grazie alla terra che permetteva di avere presa. Occhio al torrente sottostante.
Dopo il bivio per il Monfandì, poco riconoscibile, si va a sinistra, più che altro per intuito ma su terreno evidente, con molti meno segni.
Segnalo che la carta ’25 Valle Soana’ della Fraternali, normalmente più che attendibile, ha un’imprecisione nel segnalare la posizione della ‘Croce aereo kg875’ che viene posta troppo a sud, sotto cima delle Candelle, In realtà, come descritto nelle altre relazioni, si trova fra la cime Centrale e quella Orientale delle Chiose, poche decine di metri sotto cresta, ma soprattutto non esiste la traccia che viene indicata sotto cresta e che condurrebbe alla croce stessa. Probabilmente, considerato che la croce è stata posta nel 2013, gli iniziali progetti si sono dimostrati diversi dalla realizzazione e potrebbero ora indurre in errore costituendo, bene o male, un punto di riferimento evidente.
Anche la quota non è 2.500 come riporta la carta ma 2.585.
Di conseguenza, le segnalazioni orarie in partenza che darebbero 10 minuti dal colle Buffa alla croce sono probabilmente frutto dello stesso errore. Ne servono almeno il doppio, e anche di più.
Quindi, sia per le varie cime che per la croce, meglio percorrere la cresta.
Tornato poi a Pianetto senza fare il giro.

Link copiato