Chiarlea (Punta) e Monte Giulian da Giordano, traversata in cresta

Chiarlea (Punta) e Monte Giulian da Giordano, traversata in cresta
La gita
pulici
5 26.02.2011
Accesso stradale
no problem
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Farinosa ventata
Neve (parte inferiore gita)
Crosta da rigelo portante
Quota neve m
1200

Ottime condizioni, con clima freddo che ha mantenuto la neve e venticello leggero in cresta, poi cessato. Pendio SO Peigrò pieno di sassi/massi. Fantastico il lenzuolo della Fionira.

In questa circostanza il valoroso sperimentatore Marcog si è sintonizzzato con i miei piani, vista la previsione di una capatina x sabato su una o l’altra punta. Date le condizioni, fatte entrambe, nel medesimo senso. Neve polverosa e molto sprofondosa sul traverso, con fondo variabile, messi ad un certo punto ramponi a scanso di equivoci, ma condizioni buone. Tracce precedenti visibili in cresta, pressoché scomparse sul pendio. Dato l’innevamento il tratto roccioso appare osticamente esposto nei primi 15 metri lato Giulian ma fattibile lato Chiarlea. Molta gente su entrambe le punte, ma primo al Giulian, il cui tragitto era costantemente marcato da “tacche” gialle (ma quanta ne aveva il cane? E’ partito ad accompagnare un gruppetto di skialp partiti 5 min prima, peccato…). Giornata magnifica con coperture nuvolose alte, poi molto sole, panorami e ambienti notevolissimi. Peigrò (in salita) e Fionira (in discesa) le star dell’estetico anello.

Link copiato