Charnassère est (Cime de la) da Casterino

Charnassère est (Cime de la) da Casterino

Dettagli
Dislivello (m)
1204
Quota partenza (m)
1550
Quota vetta/quota (m)
2754
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
BSA
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
Casterino (F)

Note
Per effettuare questo itinerario necessitano condizioni più che sicure soprattutto nel tratto della gorgia della Valmasca.
La strada carrozzabile in quel punto per un tratto di circa 500 mt. é invasa dalla neve ed a causa del rigelo é facile trovarla ghiacciata e dato che non ci sono protezioni a valle, si rischia di precipitare per oltre 50 mt. nel torrente.
Questo tratto si può evitare risalendo a sx un agevole canale obliquo prima di arrivare alla gorgia e attraversare il versante N del M.Paraquerte, cercando i passaggi più agevoli, fino a riprendere la strada perdendo leggermente quota in prossimità del ponticello in legno che bisogna attraversare per arrivare all'imbocco del Vallone dell'Agnel.
Descrizione

Da Casterino seguire la strada per il Rif. Valmasca, dopo il Gias du Basto (1700 m.) si arriva al bivio per la Bassa di Peirafica, continuare a sx fino alla gorgia che se è praticabile permette di arrivare comodamente al ponticello, attraversare il torrente e verso sx raggiungere lambendo le pendici della montagna, la baita Vastière de Valmasque 1920 m. (1,15 h se la gorgia è praticabile, 1,45 h passando dalla variante). Dopo la baita iniziare a risalire il vallone a dx seguendo il torrentello per poi attraversarlo appena possibile e comunque prima di arrivare a quota 2100.
Proseguire dopo uno sperone a sx per sbucare in un pianoro dal quale si vede l’ampio canale che che taglia i pendii sotta la parete NE della Charnassière, segiurlo fino ad una ripida rampa ed aggirarlo a sx fino a raggiungere i comodi pendii che portano alla selletta sul la cresta N a quota 2560, a sx proseguire per la cresta fino a quota 2700 poi a piedi per facili (PD-) roccette fino alla vetta.
La discesa si può effettuare scegliendo la linea più consona alle vostre capacità a dx o a sx della traccia di salita data l’ampiezza dei pendii collegati da svariati canalini.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
I.G.N. 3841 OT
Bibliografia:
Campana, ediz. Blù, n°66
7 anni fa
11 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato