Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE

Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE
La gita
cuccimaira
5 02/10/2016
Equipaggiamento
Full-suspended

Fantastico anello attorno questa magnifica montagna raggiunta da un’incredibile sterrata, credo l’unica a superare i 3000 m.
La salita si è svolta abbastanza agevolmente, la strada è meno peggio di quello che pensavo, si pedala discretamente bene fino alla roccia tagliata, poi spintage fino al colle dello Chaberton anche se alcuni tratti si sarebbero potuti pedalare. Da qui alla cima ho pedalato si e no un 50% ma solo per salvare le gambe, si sarebbe potuto fare di più con più allenamento.. Fantastico arrivare per la prima volta sullo Chaberton pedalalndo sopra quota 3000!! Passato un’ora a perlustrare l’incredibile forte e a leggerne la sua storia, praticamente un museo a cielo aperto. Vento a tratti molto freddo, ma poi ha prevalso il sole. Discesa bellisiima e veloce fino al colle sfruttando qualche ripida scorciatoia tra i tornanti, poi bel tratto verso Claviere inizialmente molto scassato e pietroso ma tutto ciclabile tranne ovviamente i brevi passaggi/saltini su roccia, giunto sulla sterrata (gr. les Bausses) l’ho subito abbandonata attraversando il greto secco del torrente e successiva breve risalita per prendere un sentierino che, tramite un magnifico single trek per lo più scorrevole ma a tratti anche tecnico con molte radici e qualche tratto attrezzato, arriva a costeggiare il Rio secco e a riattraversarlo su ponticello giungendo a Claviere. Attraversato il paese si risale brevemente alla Cappella di san Gervasio per scendere su un altro incredibile sentiero nella gorgia di san gervasio a picco sotto la strada statale passando dalla partenza del ponte tibetano e, dopo alcuni passaggi attrezzati con passerelle, si giunge al tornante asfaltato della statale che si abbandona subito sulla destra per seguire il sentiero balcone (tacche bianco-rosse, segnavia ironbike) che con due brevi risalite conduce direttamente nel centro di Cesana T., attraversato il paese si passa davanti ai carabinieri e sempre attraverso il sentiero balcone si ritorna a Fenils chiudendo così l’anello quasi senza toccare bitume. Piu di così non si poteva chiedere, giro straconsigliato di grande soddisfazione. In totale sono passate circa 7 ore senza tirare, dislivello attorno ai 2000 m. Parecchia gente a piedi, altri 5 in bici che saluto.

Link copiato