Ceuse

Ceuse

Dettagli
Quota vetta/quota (m)
20
Altitudine (m)
1800
Lunghezza min (m)
20
Lunghezza max (m)
60
Esposizione
Sud
Grado minimo
4
Grado massimo
al 9z

Località di partenza Punti d'appoggio
Camping les Guérins

Avvicinamento
Da Torino, per il Colle del Monginevro, si ridiscende la val Durance passando per Briançon e dal lago di Embrun. Da Cuneo per il Colle della Maddalena. Sempre seguendo le indicazioni per la A21 si arriva a Tallard. Dalla rotonda dell'aérodrome de Tallard prendere la D19 in direzione Sigoyer. Attraversato il piccolo paese si sale verso il Col des Guerins (1300m), dove la strada finisce in corrispondenza di un ampio parcheggio (con fontana).
Ci sono tre accessi principali:
- dal parcheggio al Col des Guerins, più diretto;
- dal parcheggio sulla destra subito prima de "La Grange aux loup" (300m prima del colle), più dolce;
- dal Camping les Guérins, comodo se campeggiate lì
I tre sentieri si ricongiungono su una strada sterrata (1500m). Da lì, seguire le indicazioni per la falesia fino ad un sentiero pianeggiante ("chemin de ronde", 1650m). Seguirlo verso sinistra, poi per traccia poco evidente dritto sotto la parete, per i settori Cascade e Thorgal. Per gli altri settori (Berlin, Biographie, Demi Lune, etc..) imboccarlo invece verso destra e prendere subito la prima deviazione a sinistra (indicazioni). Infine, a seconda del settore, salire per le tracce nei prati sotto le pareti (1800m, dal parcheggio circa 1h a passo tranquillo).
Note
A Céüse è possibile scalare tutto l'anno, ma il periodo ideale è l'estate, quando altrove fa troppo caldo e le molte ore di luce permettono di scalare fino a tardi. In questa stagione per il settore Cascade è consigliabile salire al mattino presto e scalare fino all'arrivo del sole, verso mezzogiorno. I settori a destra invece vanno in ombra intorno alle 14-15. Partendo dal park verso le 13:30, tipicamente sotto il sole cocente, si giunge in falesia poco prima dell'arrivo dell'ombra e, spesso, di una piacevole brezza fresca.
Ricordate di avere sempre nello zaino piumino e pantaloni lunghi, anche se giù ci sono 30 gradi!
Descrizione

Indiscutibilmente una delle falesie più belle del mondo! La grande varietà di tiri, dagli strapiombi di continuità ai muri appoggiati, la chiodatura ariosa ma sempre molto sicura e il panorama garantiscono un’arrampicata magnifica e di grande soddisfazione.
Riferirsi alla guida per la descrizione dettagliata delle centinaia di tiri presenti nei vari settori.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Resa famosa da Edlinger negli anni 80, Céüse è senza dubbio una pietra miliare nella storia dell'arrampicata moderna. Un bel banco di prova per ogni scalatore, dagli itinerari di estrema difficoltà (uno su tutti: Biographie, chiodato da JC Lafaille nell'89, salito da Chris Sharma nel 2001 e da Margo Hayes nel 2017) ai grandi classici come "Berlin", "Blocage Violent", "Femme Blanche", "Femme Noire", "Changement de look", ...
Nonostante lo spazio libero si stia via via riducendo, la chiodatura di Céüse prosegue tuttora con l'apertura di nuovi itinerari principalmente nei settori all'estrema destra e all'estrema sinistra.
Bibliografia:
Céüse, Laurent Girousse et Rolland Marie, 2018
traceur
28.06.2020
1 mese fa
1 anno fa

Condizioni

Link copiato