Cengalo (Pizzo) Punta Angela, Spigolo Vinci

Cengalo (Pizzo) Punta Angela, Spigolo Vinci
La gita
matsan
5 05/08/2020

Via purtroppo non completata, perché, nonostante il meteo perfetto, il giorno prima aveva nevicato. Il primo tiro era completamente pieno di neve e ghiaccio e ci ha fatto perdere troppo tempo. I tiri successivi in cresta erano perfetti. Siamo però arrivati al dietro nero (5c), che non è in cresta, ed era completamente bagnato, con acqua che scendeva a volontà. Data l’ora tarda ci siamo inventati un traverso (5a/5b) di 60 m dalla base del diedro nero verso che ci ha portato su una cengia con una pila di ometti dove c’è una delle calate, e da lì con 3 calate siamo scesi. Non so se esistano possibilità di ritirata prima di questo punto (senza lasciare materiale in parete ovviamente).
Come materiale confermo che basta una serie di friends dallo 0,4 al 2 BD e diversi cordini per fare sosta sugli spuntoni. Mezze corde da 60 molto consigliate. Abbiamo fatto sosta su spuntoni dopo il secondo tiro, poi fatto in conserva (lunga) i due tiri prima del 6a, ancora sosta su spuntone prima del 6a (abbiamo trovato solo un chiodo invece di due), sosta su spuntone alla fine del 6a, poi sosta su clessidra (con vari cordoni) al tiro successivo. Le altre soste su 2-3 chiodi.
Sul tiro di 6a ci sono molti chiodi (a parte i primi famosi metri sprotetti, ma il duro parte da quando è chiodata) e due cunei di legno alla fine che onestamente non ho osato toccare.

Ringrazio il rifugista del gianetti che aveva già previsto che il dietro nero sarebbe stato bagnatissimo ma noi però stupidamente siamo andati lo stesso. In compenso siamo stati da soli in parete per tutto il giorno.

Link copiato