Cassorso (Monte), cima ovest da Preit per il Canalone SE

Cassorso (Monte), cima ovest da Preit per il Canalone SE
La gita
andrea81
5 02/02/2020
Accesso stradale
pulita fino al piazzale dopo Preit (ghiacciato)

Gita in condizioni ottimali. Partenza da Preit alle 8.30, primi 500 m di strada asfaltata puliti poi stradina ben battuta e racchette calzate dopo le Grange Selvest. Avvicinamento al canalone del Cassorso piuttosto rapido, primi ripiani con neve poco portante a causa delle temperature elevate, poi meglio nel canale, che si presenta più ripido a vedersi che a salirsi. Qui neve ottimale, seppur non proprio del tutto trasformata, lo strato recente ha ancora una crosticina che si rompe, ma sono salito ugualmente dritto per dritto evitando (salvo due brevi traversi) di usufruire della pur ottima traccia di scialpinisti. Il canale è diviso in tre tronconi e ha una pendenza sempre costante con due brevissimi ripiani per rifiatare. All’uscita del secondo tratto, ormai in vista del colletto sotto la cima mi sono incasinato un po’ stando troppo a destra su un ripido pendio convesso, ho poi dovuto traversare scomodamente verso sinistra per guadagnare l’avvallamento di salita. Nei pressi dell’ultimo pendio, sulla sinistra si notano alcuni lastroni di piccole dimensioni, mantenersi a destra (espo sud). Fino al colletto assenza totale di vento e gran caldo, sul facile ed ampio crestone qualche folata un po’ fastidiosa mentre in cima (ore 11) nuovamente poco vento, il che ha consentito una lunga pausa.
Senza saper nè leggere nè scrivere in discesa ho usato i ramponi, che mi hanno consentito una discesa in relax anche se con la neve di oggi si sarebbe potuti scendere abbastanza comodamente con le racchette, ma in un paio di tratti ripidi ci sarebbe stato da tribolare un po’. Racchette rimesse ai piedi negli ultimi 200 m del conoide dove la neve diventava piuttosto sfondosa.

Oggi poca gente in questo vallone, nonostante le ottime condizioni, in cima con me una decina di scialpinisti, che in discesa si sono sicuramente divertiti. Ottima la scelta dell’itinerario rivolto ad est per evitare il forte vento previsto da ovest, il prezzo da pagare è stata la sauna durante la salita. Panorami eccezionali, una delle più belle gite fatte in Val Maira.

Link copiato