Canaussa (Monte) da Tiglietto, anello per Laghi Canaussa e Cima Tavorna

Canaussa (Monte) da Tiglietto, anello per Laghi Canaussa e Cima Tavorna
La gita
marinag
4 10.10.2020
Accesso stradale
Molta possibilità di parcheggio a Ronco Canavese, subito dopo la passerella che attraversa il torrente, all'inizio del paese.

Il nostro itinerario parte da Ronco Canavese perchè l’idea è di percorrere un anello in salita verso Tiglietto e i tre laghi Canaussa, arrivare in vetta e dal colle Bora Freida scendere verso l’Alpe Bora Freida, il vallone Servino, Scandosio e rientro a Ronco su provinciale. Il percorso è davvero molto lungo (poco meno di 20 km.) e parecchio insidioso nei tratti senza sentiero e cioè dal terzo lago fino alla vetta e poi tutta la discesa sull’Alpe Bora Freida, fino a raggiungere l’Alpe Fontana su cui si intercetta il sentiero che conduce tranquillamente a Scandosio.
La prima parte del percorso fino a Tiglietto è un bellissimo sentiero in faggeta, in alcuni tratti scalinato, con parecchi alberi caduti ma prontamente rimossi e tagliati, tranne un grosso tronco che ostruisce il sentiero subito dopo Ronco, facilmente aggirabile. Anche i numerosi guadi lungo tutto il percorso non sono mai problematici. Da Tiglietto ai laghi il sentiero è in ottimo stato, la vegetazione tagliata forse per la presenza della mandria di mucche ancora in pascolo negli alpeggi prima dei laghi. Gli ometti e i bolli rossi mantengono ben visibile la direzione.
Qualche difficoltà in più dal terzo lago in poi quando occorre risalire il ripidissimo pendio erboso fino al colle di Bora Freida e da qui in vetta per cresta rocciosa “infinita”.
Altrettanto problematica, per me, la discesa nel vallone di Servino: gli ometti sono veramente radi ed è quasi indispensabile l’ausilio del gps, perchè tra rododendri, rocce, piccoli nevai e qualche goccia di pioggia che oggi ci ha accompagnato per un breve tratto in discesa, occorre cercare di arrivare interi all’Alpe Fontana, da cui poi è tutto più facile.

Ringrazio di cuore i miei amici Sergio & Sergio con i quali condivido queste “pazzie” un po’ al limite per me. Il loro aiuto è sempre provvidenziale.

Link copiato