Accesso stradale
senza problemi

Sono partito da Cavassolo, attraversato il Ponte si gira a destra lungo l’acquedotto da percorrere quindi in leggera salita si seguono le indicazioni per il Monte Lago che prima della salita dei mille gradini (ma sono di più) e dopo un passaggio su asfalto di circa 1 Km, porta lungo il greto del torrente Canate per poi rientrare nella boscaglia. L’opera degli scalini è incredibile anche perché risalgono il ripido costone e per fa ciò si sono resi necessari poderosi muri di contenimento a secco, lavoro fenomenale, percorso storico di grande interesse, qualche gradino mostra l’usura del tempo …
Sono risalito fino al Monte Lago (942 m.) aggiungendo 380 metri di dislivello.
Sceso a Canate imbocco il sentiero per Marsiglia prima in costa e poi indiscussa e quando arrivo ad un ponticello in legno ed il percorso inizia a risalire prendo un altro sentiero che scende deciso dove pensavo avrebbe dovuto andare … segue il torrente e poi mi riporta sul percorso di salita nella boscaglia alla base “dei mille scalini” e quindi ritorno sui miei passi.

Patito da solo. Bel percorso un pò da ricercare, senza cartina orientering naturale, soprattutto al ritorno. AL Colle del Lago ho incontrato un bel gruppo di amici con i quali ho condiviso con piacere il panorama della cima e due chiacchiere di sogni e di viaggi passati.
La ghost town genovese è davvero intrigante, ruderi e reperti che meriterebbero essere valorizzati, Francesco che ci abita (!?) sembra felice, il pony e le capre anche: è un borgo in pratica abbandonato che resti con l’aiuto dell’edera.
Tanti curiosi a spasso tra le case e le terrazze.
Oggi 25 aprile, mi sono trovato a percorrere con macchina foto e teleobiettivo i tratturi che i partigiani risalivano con il fucile in mano e la paura di cattivi incontri … La storia rivive nelle pietre di queste case.
Ultimo WE confinati nel territorio del nostro comune che per altro ci ha riservato piacevoli sorprese … il prossimo con gli sci e saranno altre sensazioni …