Cadreghe (Colle delle) Couloir Claude

Cadreghe (Colle delle) Couloir Claude

Dettagli
Dislivello (m)
300
Quota partenza (m)
2850
Quota vetta/quota (m)
3131
Esposizione
Est
Grado
ED

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Ghigo e Isaia salirono al terzo tentativo il 25 Gennaio 1981 riuscendo a realizzare quella che al momento è la più difficile via di ghiaccio delle Alpi Sud-occidentali.
La battezzano Couloir Claude a ricordo del loro amico Claudio Bodrone, caduto sull'adiacente parete del Visolotto.
Prima solitaria: T.Gallo novembre 1983. Variante diretta d'attacco: G.C.Grassi, R.Luzi, P.Mattiel, P.Marchisio 13 Febbraio 1985.
Avvicinamento
Dal Pian della Regina 1714 si sale al bivacco Villata 2680. Dal bivacco si risale l'inizio del Couloir.
Descrizione

Si sale per rocce e neve per 20 metri poi per un diedro superando a sx e una placca di IV-V sostenuto.
Segue una rampa rivestita di ghiaccio colato. Variante diretta: dalla caverna rocciosa si attacca la stalattite iniziale 30 metri, 90°.
Si prosegue a sx 85 poi 70° e 90°; seguire un tratto nevoso per superare a sx la colata che si restringe sulla placca verticale 80-90° ghiaccio sottilissimo e non proteggibile.
Si supera l’ultimo salto al centro (90°) sino alla strozzatura rocciosa con blocco. Si passa a dx (V-) per giungere al canale superiore. Si segue per 150 m (45-50°) uscendo alla forcella.
Discesa: dalla fine delle difficoltà tecniche in abalakov sulla via. Oppure aggirando il Visolotto sino al passo Due Dita (molto lungo).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Ghiaccio dell'Ovest G.C.Grassi
farshy1971
14/04/2001
21 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1265m 2.9Km

Paesana

Stazione Meteo
Webcam 1250m 9.5Km

Oncino

Webcam
Link copiato