Burdeiver (Vallone) da Fondo, anello

Burdeiver (Vallone) da Fondo, anello
La gita
luc_0000
11/10/2015
Accesso stradale
ok fino a Fondo

Partiti con altre mete, abbiamo sbagliato subito un primo bivio in partenza e ci siamo ritrovati da un’altra parte. Ricalibrato rapidamente l’itinerario cartina alla mano, abbiamo tirato di nuovo dritto al primo guado sul rio Burdeiver seguendo una traccia che abbiamo poi scoperto terminare presso un’alpeggio un centinaio di metri più in alto. Ridiscesi al guado e ripreso il sentiero segnato, l’ora tarda e qualche nebbia ci inducono ad accorciare l’anello: notiamo sulla carta MU una traccia che dall’Alpe Las taglia a mezza costa la bastionata del vallone per andare a riprendere il sentiero 6 di discesa in prossimità dell’Alpe Genziana. In realtà tale traccia arriva fino all’Alpe Salere ma poi scompare inesorabilmente tra cespugli e balze rocciose. Superando quindi alla meglio e con un po’ di intuito un paio di profonde gole rocciose, arriviamo comunque ad intercettare il sentiero 6 che percorre il versante opposto del vallone e ci conduce all’osservatorio faunistico. Da lì avremmo voluto scendere direttamente a Fondo per quello che sulla cartina è indicato come “sentiero del gallo forcello”, ma i bolli rossi si perdono nei pascoli sotto l’osservatorio in un mare di fango. Nuova risalita quindi, tornati all’osservatorio, presa la stradina di servizio e scesi su questa, tagliando qualche tornante lungo le piste da sci del Palit, nuovamente all’auto poco prima del tramonto. Persone incontrate durante l’intera giornata: zero. Prendendolo con filosofia, un bell’anello con un pizzico di avventura.

Link copiato