Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal

Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal
La gita
claude01
4 23.07.2014

Gita alpinistica di fine stagione con il CAI di pino Torinese.
Un 4000 svizzero “tradizionale”, senza utilizzo di mezzi meccanici per l’avvicinamento.
La prima parte della gita si svolge sul sentiero molto ben segnalato ed evidente che ci porta alla Cabane Tracuit con 1600m di dislivello, fatto con pioggerella e nebbia abbastanza fitta che non ci permette di vedere quasi nulla.
Giunti alla Cabane non troviamo più la vecchia struttura fatiscente fredda ed umida, ma bensì una nuovissima struttura iper-tecnologica, inaugurata nel 2013. Un accurato studio di designer ed estetica sia esterno (lamiere a specchio ed inserti nero opaco), ma sopratutto l’interno, con legno chiaro, verde molto acceso e nero.
Tutto molto bello, peccato che il servizio ed il cibo è veramente pessimo, ma il prezzo, invece molto caro.
Posso capire i prezzi per un rifugio servito soltanto da elicotteri, ma il servizio?
In pratica ci siamo preparati, e spreparati i tavoli, sia per cena e sia per colazione (okkkio a spreparate bene il tutto perchè potreste essere anche cazziati in tedesco alle 5 del mattino), per di più il tè, per il temos, dopo averlo pagato in più la sera precedente, ce lo siamo trovati fuori al freddo e al buio.
E poi dicono dei rifugi italiani, “provare per credere”.
Passiamo invece alla noti felici; all’alba (emozionante), la finestra meteo era come prevista, non bellissima ma ottima, giusta per salire e scendere.
La via: perfetta su neve quasi primaverile ed abbastanza compatta, tutto ben coperto, a parte un piccolo crepaccio all’inizio della parte più ripida, molto evidente e superabile perfettamente.
Traccia, forse soltanto un po’ troppo “verticale”, ma nel complesso facile.
Molto belle e divertente l’ultimo tratto per salire sulla calotta terminale.
Le nostre 3 cordate arrivano in vetta in 2h45m/3h30m
Tutti in cima per le foto di rito (9 in tutto), la vista sul Weisshorn è fantastica e ci lascia a bocca aperta.
Scendiamo al colle e saliamo velocemente anche sulla Burnaby, anche questa breve ma molto divertente, poi giù abbastanza rapidi alla Cabane per anticipare il brutto tempo in arrivo.
Sosta ristoratrice e via per la discesa ancora sotto nuvoloni, lampi e tuoni, una leggera pioggerelle, ma nulla di più.
Un ringraziamento sentito a tutti i partecipanti di questa 2 giorni inteminabile ma anche indimenticabile.

Link copiato