Berrio Blanc (Colle del) da Courmayeur, anello per Col de la Seigne, Col des Charmonts e Mont Fortin

Berrio Blanc (Colle del) da Courmayeur, anello per Col de la Seigne, Col des Charmonts e Mont Fortin
La gita
brunello-56
5 22/08/2019
Accesso stradale
In autobus al Santuario Notre Dame de la Guerison

Ho rispolverato questo itinerario 13 anni dopo perché, come si dice ”… è sempre un piacere”. Purtroppo però ho trovato la giornata meteorologicamente sbagliata per cui tutto è stato rovinato: tante nuvole, visibilità zero, questo itinerario merita ben di meglio per cui l’ho interrotto al Col Charmonts. In sintesi:
– partenza dalla Val Veny dal santuario di Notre Dame de la Guerison raggiunto in autobus;
– fino al Rifugio Monte Bianco su strada, poi risalito verso il Col Checrouit. A parte la palina alla partenza mancano le indicazioni, quindi ho prima risalito la ripida pista da sci, poi quando questa spiana ho risalito il ripido pendio prativo a sinistra fino a ritrovare una sterrata che dopo una svolta porta al colle dove vi sono le indicazioni per le varie piste. Discesa per sentiero al Rifugio Le Randonneur (indicazioni)
– Percorso il sentiero TMB fino a prendere il sentiero per il Colle di Youla (che dovrebbe essere il n. 8 da cartina). Al bivio mancano le indicazioni (le ho cercate più volte pensando non averle viste); in salita un riferimento è un cumulo di sassi, in discesa guadando il torrentello si vede chiara la traccia che su prato entra nel vallone. Il sentiero, una volta imboccato, è sempre marcato; si perde un po’ attraversando i prati ma poi lo si ritrova e porta al colle senza possibilità di sbaglio.
– Al Colle di Youla ho imboccato il sentiero 10, che dal colle va via in piano, aggira il costone e poi risale la spalla erbosa fino a riportarsi in cresta, lungo la quale si arriva al Col Charmonts dove poi ridiscende per arrivare, col tratto a mezza costa, al Colle del Berrio Blanc. Questo sentiero è marcato bene, vi sono anche bolli di vernice fosforescente.
– Al Col Charmonts mi sono fermato, ridisceso al Colle Youla ho traversato al Col d’Arp e da questo disceso a Dolonne.

Grazie alla moglie per il recupero a Dolonne e coffee-break a Courmayeur

Link copiato