Barricate Reve d’Oc

Barricate Reve d’Oc
La gita
albertber
4 27/09/2014

L’ambiente è da 6 stelle, la via da 2, la media 4!

Chiodatura “Piras”. Se non conoscete il genere: da schianto fino al 6a, al metro dal 6b in su.
Quindi, come al solito, il grado non conta niente, i tiri più impegnativi sono tutti quelli dal 6a/+ in giù.
Verdoniani L12 e L13 (unibili), dove abbiamo terminato la via… L’avvicinamento di 11 tiri su roccia dubbia è un po’ lungo però! D’altronde su vie di questo tipo non si pretende roccia da cinemà.

Attenzione a S6! I due spit sono piantati su un blocco instabile tenuto con lo sputo, consigliato continuare in traverso a dx per una decina scarsa di metri e prendere la sosta di “Amici Miei”, quindi sul tiro successivo ritornare a sx e proseguire normalmente.

Una serie di friends fino al 2 BD è più che sufficiente, magari qualche nuts.

Le nostre calate. Da S13 40 m leggermente a dx fino alla sosta di “Amici Miei”, via su cui abbiamo continuato per tutta la discesa. Quindi con 50 metri molto ariosi ancora leggermente a dx fino ad una sosta in piena placca grigia (N.B. con questa doppia si supera lo strapiombo di L9 di “R. D’Oc”, non preoccuparsi, perchè anche senza rinviare la doppia si riesce a ritoccare la parete una decina di metri prima della sosta). Con altri 55 metri si arriva presso una cengia (quella sopra il lungo cordone fisso bianco), reperire la sosta tenendo abbastanza la dx. Con 35 metri tenendo questa volta decisamente la sx si giunge all’ultima sosta di calata presso una cengia più sfuggente sotto un tetto, dove abbiamo lasciato un nut a rinforzo dei due spit un po’ vecchi. Quindi con 55 metri COMPLETAMENTE nel vuoto si arriva a terra: calata spettacolare, in un punto si è lontani dalla parete quasi 30 metri (!!!!!).

Gran risate su una parete esagerata, con Michele, Nicola e quel crudo di Pietro, imperturbabile come sempre!

Link copiato