Avic (Monte) da Mont Blanc per il Rifugio Barbustel

Avic (Monte) da Mont Blanc per il Rifugio Barbustel
La gita
sensacugnisiun
4 13.10.2019

Percorso che sfiora i 25km a/r ma che permette di unire la bellezza dei laghi alpini del vallone che termina sotto il Glacier ad una divertente salita ad uno dei più eleganti 3000 della bassa Vda. Si arriva rapidamente al Gran Lac senza mai affrontare pendenze decise, un taglio a destra in discesa dal col Lac Blanc consente di risparmiare un pò di distanza. La salita al col Mezove è abbastanza impegnativa e la traccia sempre ben evidente, scavalcata la punta Mezove e portatisi sotto l’Ivertaz non tentare di tagliare alto per non perdere di dislivello, si finisce su salti di roccia o scomodi canaloni, bisogna comunque scendere al Lago Gelato quindi seguire l’ampia traccia. Dal Lago gelato si procede per un bel tratto in leggera salita verso il colle Raye Chavriere, abbandonare il sentiero solo quando è evidente che si riesce a cambiare versante orografico e tornare indietro verso l’Avic. La traccia per il canalone è evidente e cerca i punti meno ripidi, il tratto di arrampicata facile e divertente. Direi che non ci sono passaggi di II, o almeno li si evita spostandosi a destra o sinistra tramite cenge.
In discesa ho cercato di puntare il casotto del Lago Gelato più direttamente, per un passaggio che mi sembrava di intuire dalla cima. Sono finito invece presso un bel laghetto in una conca rocciosa ma con il passaggio precluso da salti di roccia. Si passava forse tagliando in alto subito a sinistra dal fondo del canalone, ma ricongiungendosi al sentiero per il Raie Chavriere ormai in basso verso Vieulla. Non volendo fare altri esperimenti ho seguito la via nota dell’andata.
Giornata autunnale limpida e tiepida, poca gente in giro, colori a volontà. Salut

Link copiato