Aver (Becca d’) e Cima Longhede da Champlong, anello per Ronc e il Col des Bornes

Aver (Becca d’) e Cima Longhede da Champlong, anello per Ronc e il Col des Bornes
La gita
pulici
5 04/12/2011
Accesso stradale
no problem

Neve solo sul lato N.

Parcheggiato al primo parking di Champlong, proseguito per la stradina verso la Longhede (anelli piste di fondo, con Okawango di strade stradine stradette e sentieri): dato il dislivello contenuto risalito direttamente a vista il pendio prima nel bosco (seguito per pochi metri il sentiero 2, abbandonato quando volta a dx) poi seguito un canale erboso che sbucava su alcuni saltini rocciosi, poi pendio di sola erba sempre più ripido nella parte finale, pervenendo in cresta a circa 200 m a dx della rampetta finale della Longhede (h 10,15). Dalla vetta con solito crocione deturpante traversato per il circa chilometro e mezzo della nave (sorellina del Cistella-Diei) fino all’Aver. Ritorno per il sentiero 1 al Col de Bornes poi discesa diretta per prati, temperatura mite nel bellissimo bosco. Venticello freddo in cresta, ma caldo all’auto (+7° al mattino h 8,30 e al rientro h 16). Incrociate varie persone dopo le 11 + in precedenza 4 pecore pasciute e curiosissime che mi hanno seguito per il tratto di cresta verso la Longhede, bloccandosi al primo pestar di neve. Panorami giustamente celebrati con luce fantastica e giochi di nuvole (tormenta in Val Pelline), Rosa scoperto, solo capolino delle vette lucenti di Cervino e Luseney. Gita nel complesso memorabile per l’intensità di emozioni trasmesse da panorami, visuali, animali, luci e colori.

Link copiato