Arpont (Dome de) e Dome de Chasseforetda Pralognan la Vanoise, traversata S-N (3 gg)

Arpont (Dome de) e Dome de Chasseforetda Pralognan la Vanoise, traversata S-N (3 gg)
La gita
giorgiobi
17/04/2017
Accesso stradale
arrivati con auto al Pont de Gerlon
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1900
Equipaggiamento
Scialpinistica

Splendido anello ideato dall’amico Valter effettuato dal 14/04 al 16/04 ed ulteriore estensione di un giorno per un’ultima salita in zona refuge du col del la Vanoise (col de la Gliere). Alcune considerazioni: la prima tappa lungo il vallon de Chavière è davvero lunga, partire presto perchè poi la discesa è orientata in pieno sud. Rifugi accoglienti, non abbiamo mai mangiato male, ben originale il gestore (da 33 anni!!) del Dent Parrachée, da provare! I ghiacciai sono piuttosto tranquilli tuttavia in caso di scarsa visibilità orientarsi nella seconda e terza tappa può diventare estremamente problematico. Noi abbiamo trovato un autentico muro di nebbia scendendo dal col du Dard e ne siamo usciti bene solo grazie alla traccia gps (abbiamo anche dato una mano ad una guida con clienti che non sapeva palesemente più dove era e cercava di orientarsi con la bussola!). Percorso le varianti b) indicate in descrizione. Quest’anno in Vanoise ha nevicato poco ma le condizioni trovate sono state generalmente molto buone (ottima neve trasformata, farina invece nell’ultima tappa). Tempo piuttosto variabile, vento forte a tratti anche se per fortuna mai sulle cime che abbiamo toccato (pointe de l’Observatoire, Dome de l’Arpont e pointe du Dard).

Gran bella avventura con Valter, Ilda e Fabri!

Link copiato