Arcuentu (Monte) dal versante NO

Arcuentu (Monte) dal versante NO
La gita
emanuele_80
4 07/06/2016

Effettuato un giro molto più ampio: salita al Monte Arcuentu la mattina presto e successiva discesa alle pendici (641 m di quota), in corrispondenza delle targhe n.2 e 3 della Via Crucis. Qui seguita una labile traccia a destra scendendo, che percorre lungamente un po’ a destra un po’ a sinistra la stretta dorsale, transitando prima dal Monte Arcuenteddu ed arrivando poi a sommitare il Genna Limpia (589 m), dalla cui cima la prosecuzione in cresta risulta più complicata. Tornato quindi alle pendici dell’Arcuentu, ho proseguito nella direzione opposta, scendendo su bel sentiero panoramico fino a Genna Flore (498 m), dove la traccia si dirama. Mi sono dunque inoltrato a sinistra nel bosco verso il Monte Maiori ma, dopo vari cambi di direzione su traccia labile, in corrispondenza di un ometto (l’unico incontrato in questo tratto), sono tornato indietro: sprovvisto di cartina della zona, con caldo soffocante, scorta d’acqua limitata, orientamento complicato e sentiero poco visibile, mi è decisamente passata la voglia di avventurarmi. Di ritorno a Genna Flore, ho preso l’altro sentiero, ampio e con segnavia CAI che scende alla strada asfaltata, per poi risalire in circa 3 km al punto di partenza.

Complessivamente, giro dal buon sviluppo con 1000 m di dislivello positivo. Partito presto per sfruttare più possibile il fresco, alle 7 ero già in cima all’Arcuentu, seguito poco dopo da un gruppetto di cinque tedeschi, poi persi di vista una volta sceso; salita molto battuta con vari ometti e passaggi mai esposti o difficili. Panorama notevole dalla croce. Ho comunque apprezzato molto di più la seconda parte della gita fino al Genna Limpia in ambiente selvaggio e solitario, popolato dai cervi e dai loro bramiti. Bella anche la discesa fino a Genna Flore, un po’ meno la rimanente per chiudere l’anello, che comprende un lungo tratto di strada asfaltata in leggera salita. Meteo ottimo e clima piuttosto caldo. Tante mosche, con queste temperature portare un’abbondante scorta d’acqua perché sul percorso non se ne trova.
Gita in solitaria.

Link copiato