Arco di Trevi da Fiuggi, per la Pratalonga

Arco di Trevi da Fiuggi, per la Pratalonga

Dettagli
Dislivello (m)
350
Quota partenza (m)
682
Quota vetta/quota (m)
966
Esposizione
Tutte
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
sentieri segnati (senza numerazione)

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Il suggestivo Arco di Trevi (resti di un acquedotto di epoca romana) ed il tranquillo pianoro di Pratalonga costituiscono due interessanti mete escursionistiche con partenza da Fiuggi.
Descrizione

Lunghezza: 12 km circa
Tempo di percorrenza (escluse soste): 3 h e 40 min.
Dislivello totale in salita: 350 m.
Percorso segnato (segni bianco-rossi)
Periodi consigliati: tutto l’anno

Parcheggiata l’auto nell’ampio piazzale antistante il Cimitero (682 m.), si percorre una sterrata sino a raggiungere il bivio con il sentiero (sulla destra) che si percorrerà al ritorno (754 m., 20 min.). La strada diventa più sconnessa ed inizia a salire più decisamente. Seguendo i segni e oltrepassato il bivio (sempre sulla destra) con un altro sentiero segnato si raggiunge la SS Sublacense (938 m., 50 min.). Attraversata la strada si continua nel boschetto sino ad un tratturo. Si svolta a destra (attenzione a non perdere i segni) sino all’Arco di Trevi (966 m., 35 min.).
Si prosegue sull’evidente sterrata (tratto del Cammino delle Abbazie) che conduce nuovamente sulla SS. Sublacense (località Bocca della Selva, 930 m., 15 min.). Si svolta a sinistra e dopo 150 m. (in coincidenza con un casotto) si imbocca sulla destra una sterrata. Lasciata sulla sinistra un’altra sterrata si continua, dapprima in leggera salita e poi in decisa discesa sino a Pratalonga (880 m., 40 min.). Si svolta a destra sul tratturo che una volta superata una recinzione diventa più evidente. Raggiunto un incrocio di strade sterrate si continua sul prato in leggera discesa. Entrati in un boschetto il sentiero diventa più marcato sino a scendere al bivio incontrato all’andata (45 min.). Da qui in 15 minuti si ritorna al parcheggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
antonbia
24.04.2017
Link copiato