Aquila (Punta dell’) Costa Pajet

Aquila (Punta dell’) Costa Pajet

Dettagli
Dislivello (m)
1115
Quota partenza (m)
1000
Quota vetta/quota (m)
2115
Esposizione
Nord-Est
Impegno
II
Difficoltà tecnica
3.2
Esposizione
E1
Tipologia
Parete

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
In caso si scelga di percorrere la costa Carras in salita piuttosto che la Costa Pajet, considerare una salita di difficoltà OS.
Avvicinamento
Giaveno,Val Sangone, Coazze, Forno di Coazze
Descrizione

Salire alla punta dell’Aquila seguendo il normale itinerario da Forno di Coazze, dalla starda per i vecchi impianti della PISI che inizia poco oltre il campeggio In alternativa lasciare l’auto nei pressi della “casa di Spiritualità” dove esiste la ricostruzione della grotta di Lourdes, attraversare il Sangone mediante un ponticello e appena dopo girare a destra costeggiando il corso del torrente per circa dieci minuti. Appena superata una barra rocciosa girare a sinistra ed iniziare a salire in un bosco rado, sino ad innestarsi sulla costa del Carras via via più ripida ed impegnativa. E’ la costa opposta a quella del Pajet, normalmente percorsa da Forno perchè più semplice. (salita OS in un caso, BS nell’altro) La costa del Carras esce a quella che era l’intermedia degli impianti ormai dismessi.Da qui, lungo la normale cresta proveniente dall’alpe Colombino, in cima.
In discesa percorrere il normale itinerario di discesa sino all’anticima, innesto della Costa Pajet, scendere alle prime roccette di questa, affacciarsi sul pendio a destra, esposto a NE,secondo il senso di discesa, e scenderlo direttamente per almeno 700 metri tagliando verso sinistra al fondo dello stesso in modo da riprendere il bosco e il normale itinerario da Forno.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGM, foglio 55, II SO
marmotta
01/03/2015
6 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato