Aiguillette (Monte ) – L’Asti Parete NO

Aiguillette (Monte ) – L’Asti Parete NO
La gita
luciano66
5 12/06/2013
Accesso stradale
Strada ben pulita fino a circa 2600 mt.
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
2500

Gita pensata 10 gg fa quando ho fatto il giro del Pan di Zucchero,poi ho avuto conferma dalla relazione di Singer
che si poteva seguire un itinerario piu’ corto e senza perdere molta quota.
Come gia’ detto da Mella,che (vedo ora) ho incrociato con il suo socio mentre scendevano,ho trovato condizioni
piu’ che ottime,anche se a piedi all’ora tarda in cui sono arrivato,ci sono un paio di traversi da fare su neve gia’ marcia abbastanza sul ripido,che mi hanno dato una qualche apprensione(ma chi passa con gli sci riesce a galleggiare
senza problemi);per questo motivo,nonostante il tempo bellissimo,mi sono fermato in vetta solo 10 minuti.
Gita fatta pressoche’ di corsa,ma ne e’ valsa la pena:uscito dal turno di notte alle 5.30,riesco a partire da casa alle 6.00 e alle 07.45 sono con le racchette ai piedi al parcheggio a quota 2500,sulla Sella d’Asti alle 8.40,sul Pic Brusalana alle 8.50.
Da qui ho percorso una parte della cresta nord del Brusalana,fino a giungere ad un pendio non troppo ripido per guadagnare il versante opposto(e’ un passaggio simile alla Breche de Ruine).
Quindi per facili dossi fino ad un altro pendio abbastanza ripido,da fare in discesa,che porta all’inizio del traverso verso il pendio sommitale;qui c’erano le tracce dei due sciatori,a quel punto gia’ in vetta.
Sul pendio sommitale dell’anticima ovest si passa sui grumi di una slavina,con i ramponi,che avevo gia’ calzato da un po’;alle 10.00 sono in cima,ma preferisco scendere dopo pochi minuti,discesa fatta senza usare la picca,che avevo comunque con me.
Dove prima ho trovato neve marcia passo comunque in tutta sicurezza,avendo cura di restare nei pestoni fatti all’andata e facendo esattamente a ritroso il percorso di prima arrivo sulla Sella d’Asti alle 11.15,senza ripassare dal Brusalana.Qui mi sono finalmente concesso una pausa rilassante di mezzora,con clima davvero piacevole,e quindi rimesso le racchette e arrivato all’auto alle 12.10,con la neve che si sfondava solo sugli ultimi 100mt di dislivello.
Un saluto a Paolo De Chiesa e i suoi soci,conosciuti sulla Sella D’Asti al ritorno.
PS:consiglio di fare questa gita partendo molto presto e tornare presto,c’e’ ancora moltissima neve sopra i 2800mt.

Link copiato