saldo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: tutto normale
Un ancoraggio della seconda corda (quella in alto) è ancora spezzato, ma, mettendo piede sullo spuntone di roccia che fuoriesce leggermente a dx siamo passati bene, senza pendolo, sia in salita che in discesa, (un'imperfezione umana, ma la montagna si merita le cinque stelle)
Ai bolli biancorossi il bianco sta scomparendo, ma sapendolo con un po' di attenzione in più si individuano bene.
Arriviamo in vetta alle 11 insieme alla nebbia, che comunque rovina solo un po' il paesaggio...
Oggi solo noi sul percorso con la straordinaria compagnia degli stambecchi che sembra ti vogliano fare strada..
Bella salita come da anni mi aspettavo...
Con Renato
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada sterrata senza buche
Ottima tracciatura con vernice rossa dal rif. alla vetta, nella parte finale abbiamo indossato il casco (non si sa mai). Lo spostamento dalla vetta all'altra cima del Giusalet lungo il crestone Nord merita per il panorama sul lago Moncenisio, Malamot ecc.
Per il rif. Avanzà abbiamo fatto un anello salendo il sentiero che taglia i pendii SW ( a tratti esposto) delle cime del Mulatera e Toasso Bianco e scesi per il sentiero per le rovine della Grangia della Vecchia e della gr. Marzo. Accolti con simpatia dai volontari del rif. Avanzà.
Salita veramente meritevole. Un saluto a padre e figlio con cui abbiamo fatto un pezzo di salita.
Con Renato e Franco
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Solo un breve restringimento che non da problemi.
Giunti al rifugio posizionandoci con alla ns sx l'abbeveratoio, si vede in fondo al pianoro un'alpeggio, raggiungerlo e non oltrepassarlo ma fare come una specie di tornante sulla costa leggermente franata e, tornando un po' indietro, si individua la traccia che sale ripida in diagonale. Seguire poi varie indicazioni per il lago morto, paline in legno, bolli e frecce gialle sino in vetta.

Il rifugista si è dimostrato persona disponibile a dare indicazioni. Salita veramente meritevole. Simpatica l'iniziativa di inserire numerose sculture lignee salendo e poco oltre il rifugio. Purtroppo anche oggi qualche stupido ha abbondantemente gettato sul sentiero per il rifugio fazzoletti di carta.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: tutto normale
Salita ben tracciata sino in vetta. Mi permetto di consigliare il casco per alcuni tratti con detriti, anche se oggi non si è mosso nulla.
Grazie al report di la-Nata finalmente salgo questa bella cima. Salita con Renato e Sergio in 2 gg dormendo al rifugio Canziani. Oggi tempo buono sole in vetta ma movimento di nebbie che hanno limitato il panorama. Salita comunque di soddisfazione.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: tutto normale
salita abbastanza ripida, ma il sentiero consente di mantenere un buon ritmo costante.
Siamo partiti da piazza del Mercato a La Rua di Pragelato. Bella salita, qualche nube ci ha privato di vedere parte del panorama. Molti fiori e cuscini di rododendri.
Con Renato.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: tutto normale
Saliti prima al mont Mary poi alla Becca di Viou. Partiamo da Blavy (campanile) con sentiero 105 (a volte è contemporaneamente indicato anche il 25) saliamo sino circa a metà salita ad incrociare il 25B (questo svolta a dx ma in discesa però) saliamo ancora alcuni metri dopo i ruderi e troviamo un altro 25B che però sale e lo seguiamo sino in vetta al Mary (buona parte su pietraia). Da qui scendiamo al colle Viou (presenti due brevi tratti con corda fissa e qualche gradino di ferro). Dal colle saliamo alla Becca di Viou con sent. 105. Rientriamo a Blavy con sent 105 (a volte 25)
Gran bella salita. Panorama eccezionale.
Con Claudio e Rernato
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Oggi nessun crepaccio a vista.
Scendiamo intorno alle 11,30 bene sino all'altezza dell' "occhio", da qui alla funivia neve sfondosa e faticosa (ancora scorrevole per gli scialpinisti).
Con Renato
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strade pulite fino ad Isola
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Sole ma freddo. Parte superiore della discesa dura ben sciabile, parte inferiore dura su vecchie tracce un po' fastidiose. (scesi intorno alle 12,30)
Bella gita con ampi pendii
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Esposizione fino a ca 2100m SSE poi prevalentemente E fino in vetta.
Oggi neve dura fino a ca 2100 ma con buon grip, poi 20 cm di farinosa. Putroppo la previsione di sole non ha centrato, la prevalente foschia ha mantenuto la neve farinosa un po' umida e duro l'irregolare tratto esposto a SSE. Temp. alla partenza -16. Sciata complessivamente discreta. Ancora molti spazi intonsi.


Con: Enrico e Renato
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Carona paese, non oltre, pochi posti parcheggio.
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Sciata indimenticabile, anche nel bosco molto divertente.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .