Mombarone (Colma di) Via del sole

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

Altra gita alla riscoperta delle vie un po’ dimenticate delle Alpi Biellesi, insieme escursionismo ed arrampicata. II fascino di scalare le pendici del Mombarone, sbucando a pochi metri dal rifugio e dalla vetta, è comunque garantito. Noi siamo saliti da Trovinasse (il percorso più breve), ma per arrivare all'attacco abbiamo comunque impiegato oltre due ore, più o meno come per la via.
1°tiro: placca rugosa percorsa da una sottile fessura, ben chiodata, vista dall’attacco non sembra difficile, invece è una bastonata; la fessura, sottile e completamente intasata, non è praticamente utilizzabile e la roccia, ricoperta di un sottilissimo strato di sabbiolina di sfaldamento, ha un’aderenza assai precaria. Ottima comunque la chiodatura, che consente di azzerare i passi più duri e molto utile il vecchio chiodo in fessura, di cui ho verificato di persona la solidità (senza non sarei salito). Il traverso verso destra resta comunque molto delicato. Seguono provvidenziali scaglie, apparentemente delicate (trattare con cautela) e bello scavalcamento dello spigolo, poco prima della sosta (su due spit + un terzo non utilizzabile). La lunghezza supera di poco i trenta metri.
2° tiro: placca abbattuta in linea, interrotta solo da qualche passaggio erboso e muretto finale; la roccia resta infida, ma intimorisce molto meno. Lunghezza di trenta metri abbondanti, rende un po’ problematico usare una mezza da 60 doppiata.
3° tiro: traverso erboso (il cordone non c’è più ma non se ne sente il bisogno), masso non difficile che si sale con un solo passo, ma con appiglio che destabilizza l’equilibrio, e qualche metro di placca camminabile.
4° tiro: ancora placca camminabile, quindi muretto verticale, appigliatissimo, ma il primo passo non è immediato (Germana si è lamentata);
5° tiro: breve placca e tratto erboso finale, molto facile, e davanti a noi il rifugio!
Tutte le soste sono su due spit, ovviamente da collegare.

Con Germana, al termine rapida puntata alla cima per la doverosa compilazione del libro di vetta e quindi al rifugio per una cioccolata calda e piacevole chiacchierata con i gestori, gentili ed accoglienti come pochi altri.

Gita caricata il 30/07/18

Le foto

la placca del primo tiro, sembra facile....
secondo tiro, erboso, ma tutta un'altra storia
terzo tiro
quarto tiro, breve muretto verticale
il muretto verticale del quarto tiro
quinto tiro, breve placca ed appare la vetta
....in due minuti si è al rifugio
Descrizione completa dell'itinerario