Alben (Pizzo d') da Giabbio

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 750
quota vetta/quota massima (m): 1866
dislivello totale (m): 1100

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: il.bruno
ultima revisione: 18/02/10

località partenza: Giabbio, Premana (Premana , LC )

cartografia: ZetaBeta Ed. - Le Grigne Resegone di Lecco e Legnone - 1:35000

note tecniche:
Gita invernale per boschi in parte sciabili e varie radure con ameni gruppi di baite ben tenute, su pendii che "rendono" in salita e, a parte qualche tratto di bosco troppo fitto, si sciano bene in discesa. Adatta dopo recenti nevicate per approfittare della neve farinosa.

descrizione itinerario:
Dalla zona industriale di Giabbio, 250 m a precipizio al di sotto di Premana, prendere la stradina che conduce ad un ponte in pietra, svoltare a destra per le baite di Lavino e, rimanendo sullo stesso versante, risalire il bosco fitto per una ripida mulattiera. Giunti alla radura di Porcile (975 m), proseguire verso destra (sud) per altre baite, superare una breve fascia di bosco fitto e raggiungere le successive stalle D'Alben (1174 m). Volgere decisamente a sinistra (nord est), ed attraverso il bosco raggiungere in successione le radure dell'Alpe Ariale (1330 m) e dell'Alpe Chiarino (1568 m), da dove piegando a sud per la dorsale di larici, radi ma a tratti con fastidiosi ontani, raggiungere la croce della cima, risalente all'anno 1900.
In alternativa, da Giabbio appena passato il ponte si tiene la sinistra e si prende la strada sul fondovalle verso il Pizzo del Tre Signori, lasciandola dopo qualche centinaio di metri per una strada forestale di recente costruzione sulla destra, che tocca la vecchia mulattiera appena sotto Porcile e rientra sull'itinerario classico.
Volendo si può proseguire ancora lungo la stradina a sinistra, che poi si trasforma in mulattiera e con un gran traverso a destra raggiunge il vecchio sentiero appena sotto Ariale (sviluppo maggiore del sentiero classico).
Discesa per la via di salita, con possibili varianti dirette nel bosco. La mulattiera sotto Porcile non è sciabile, conviene scendere a Giabbio lungo la nuova strada forestale.