Orsara (Valle) da Ortesino, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: 24
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1350
quota vetta/quota massima (m): 1526
dislivello salita totale (m): 178

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Alpe Cimbra
ultima revisione: 23/11/16

località partenza: Ortesino (Folgaria , TN )

punti appoggio: Albergo bar Ortesino

accesso:
Località Ortesino si trova a circa 5 km da Folgaria. Dalla rotatoria di Folgaria est proseguire in direzione di Lavarone; superato il sobborgo di Costa raggiungere il Passo del Sommo e immettersi a destra sulla SP143 dei Fiorentini. Località Ortesino si trova dopo circa 2 km.

note tecniche:
Val Orsara trae il suo nome dai tempi in cui la bella valle era popolata di orsi. Da oltre un secolo non ci sono più orsi, ma la valle ha mantenuto intatta la sua bellezza fatta di ampi pascoli, ampi panorami e una corona di foreste di abeti.

E' un'escursione di facile/media difficoltà, per via del tratto iniziale in media salita, fatica subito compensata dalla bellezza alpestre del solco vallivo e per il fatto che il percorso si addolcisce presto, restituendo la bellezza dei luoghi e dei panorami. Adatta anche per famiglie con bambini +6 anni.

descrizione itinerario:
E' consigliabile lasciare la macchina in località Ortesino, nell'ampio piazzale di servizio della seggiovia. Ci avviamo per la SP dei Fiorentini, la percorriamo per circa 150 m in direzione di Fiorentini - Forte Cherle quindi, superato il ponte sul torrente Astico, saliamo la strada forestale (indicazioni) che porta all'agritur Malga Val Orsara. Saliamo i due tornanti e poi, sulla destra, ci immettiamo in un'altra forestale che in breve esce dal bosco e ci porta alla testata inferiore della valle. In alto scorgiamo la Malga. Proseguiamo per la sterrata e, attraversando i pascoli, raggiungiamo la Malga, aperta di norma da giugno a settembre. Fatta una sosta di ristoro, riprendiamo il cammino seguendo il sentiero che sale verso Passo Coe - Bocca di Val Orsara. Alle nostre spalle si apre un ampio panorama che coglie tutta la valle e il profilo maestoso del Bècco di Filadonna. Giunti sopra la Malga (segnaletica) scendiamo il versante prativo e, oltrepassato il solco del torrente (asciutto) approdiamo al versante opposto e iniziamo a scendere, già sulla via del ritorno. Arriviamo presto in località Palazzo dove svoltiamo a destra, seguendo la comoda sterrata che ci riporta al punto iniziale, al ponte sull'Astico e a località Ortesino, da dove siamo partiti.